Esclusiva SN-Intervista a Laura Esposto, conduttrice televisiva di Sportitalia

Pubblicato il autore: Giuseppe Segui

Supernews ha intervistato in esclusiva Laura Esposto, conduttrice televisiva sulle reti di Sportitalia. La giornalista bolognese  è molto nota anche all’estero e nel 2009 è stata inserita  al quinto posto della ” Top 10 TV babes”, una prestigiosa classifica del tabloid inglese  The Sun. Ha risposto a una serie di domande inerenti il suo lavoro, il mondo del giornalismo sportivo, il campionato di Serie A ed è stata una bella chiacchierata.

INTERVISTA
Buongiorno Laura,  quali sono state le tue esperienze lavorative più rilevanti ? Quando hai iniziato a lavorare come conduttrice televisiva ?
Ho iniziato la mia carriera lavorativa  come modella e per questo  ho viaggiato molto e vissuto due anni a Los Angeles. Questa esperienza mi ha permesso di imparare al meglio la lingua inglese e di cogliere al volo l’occasione nel 2007 di condurre il programma “Football Italiano” su Channel Five, emittente televisiva  inglese in chiaro  con sede a Londra. Mi occupavo dei pre e post partita della Serie A, ovviamente in lingua inglese, e ho avuto modo di conoscere importanti personaggi del calcio internazionale come Roy Hodgson. Ho collaborato anche  con Fox Sports Usa in un programma sempre sul calcio italiano. Successivamente ho condotto diversi programmi sulle reti televisive italiane tra cui il Gnok Calcio Show su Sky Sport.

Com’è nata la tua passione per il calcio e il giornalismo sportivo ?
Sono sempre stata appassionata sin da bambina e andavo allo stadio Dall’Ara a vedere le partite del Bologna, mia città natale. Mi piace molto anche il mondo della comunicazione e per questo motivo , quando mi è capitata l’opportunità di lavorare in televisione, ho deciso di lasciare il mondo della moda per dedicarmi alla conduzione in ambito calcistico. Sono diventata una giornalista sportiva a tutti gli effetti.

Quali sono le differenze tra il giornalismo sportivo inglese e italiano? 
Occupandomi della Serie A non ho notato grandi differenze, facevo in realtà giornalismo all’italiana in lingua inglese.

Quando è nata la tua collaborazione con Sportitalia? Quali programmi conduci attualmente?
La collaborazione con loro è iniziata a fine maggio, mi ha contattato per un colloquio il direttore Michele Criscitiello e ci siamo trovati sin da subito sulla stessa lunghezza d’onda. Mi piace lavorare con Sportitalia perchè è una realtà dove vige la meritocrazia, una parola sconosciuta in  molti ambiti lavorativi in Italia. Attualmente conduco “Europa League Live”, il giovedì sera alle 21, i pre e post partita della Serie C, il venerdì sera a partire dalle 20, e “Serie B Live”, il sabato pomeriggio alle 15. La Serie C 2017/18  è un’ esclusiva della nostra rete.

Quali sono le tue passioni extracalcistiche? Qual’è il tuo rapporto con i social network? 
Mi definisco un po’ fashion addicted e la moda è una mia grande passione sin da quando ero bambina.Mi piacciono molto i balli caraibici e adoro la natura, viaggiare e scoprire posti nuovi che arricchiscono la cultura. I social network credo che siano un utile strumento di lavoro, ma non amo condividere troppo la mia sfera privata.

Qual’è il segreto per condurre programmi insieme a personaggi televisivi come Gene Gnocchi, Massimo Caputi, Ivan Zazzaroni e Michele Criscitiello  ?
La conduzione televisiva è una dote innata, ma ovviamente non bisogna snaturarsi e avere molta competenza per essere una buona compagna di lavoro. Da ognuno dei personaggi con cui ho lavorato e lavoro, cerco sempre di imparare qualcosa in più.

Hai seguito col tuo lavoro in maniera molto diretta l’ultima finestra di calciomercato. Sarà ancora un dominio Juve?
La Serie A quest’anno è davvero molto interessante perchè ci sono diverse squadre che se la possono giocare sia per lo scudetto che per i quattro posti in Champions. La Juve deve guardarsi principalmente dal  Napoli e dalle milanesi che finalmente rientrano nel calcio che conta dopo un periodo di attesa di troppi anni.

Ringraziandoti per la tua simpatia e disponibilità, puoi dare in chiusura un consiglio  ai giovani che vogliono approcciarsi al difficile mondo del giornalismo sportivo?
Ragazzi è molto importante la curiosità, informarsi sino ai minimi dettagli e non smettere mai di imparare. Ascoltate sempre i preziosi consigli di chi è più esperto in materia. Grazie a voi per l’intervista e un saluto ai visitatori di Supernews.

 

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •  
Tags: