Milan che caos. Il Benevento come la Cavese, la società interviene con un comunicato

Pubblicato il autore: Gianni Succu Segui

Milan

A seguito del clamoroso pareggio ottenuto in zona Cesarini dal Benevento nel Lunch Match della 15esima giornata di serie A contro il nuovo Milan di Gattuso, la stampa nostrana non ha fatto mistero di voler cavalcare l’onda mediatica derivante dalla situazione quasi grottesca in cui si è venuta a trovare la squadra rossonera.

Essere la prima squadra del campionato a concedere punti alle streghe, con un pareggio raccolto nei minuti finali grazie al colpo di testa del portiere Brignoli, consegna una storia che, se i giornali sono in grado di sfruttarla a dovere, offre spunti per giorni e giorni a venire.

potrebbe interessarti ancheCalciomercato Milan, insidia Real Madrid su Paquetà. Bakayoko torna già al Chelsea?

Non ultima, la Gazzetta dello Sport ha titolato “Milan da incubo: addio ai sogni estivi. Il Benevento è la nuova Cavese” ricordando la sconfitta del Milan nella stagione 1982 in cui la squadra di Farina, retrocessa in serie B, veniva sconfitta a San Siro dalla neopromossa campana in uno dei punti più bassi della gloriosa storia rossonera. Oltre a questo, anche altri momenti, come la celeberrima finale di Champions League di Istanbul 2005 vengono ricordati nell’articolo della rosa, ma è il riferimento alla sconfitta del 7 novembre 1982 che ha creato qualche malumore in seno alla dirigenza di via Aldo Rossi.

La risposta piccata del Milan

In un comunicato ufficiale infatti, la dirigenza rossonera si è detta amareggiata: “No, non è la Cavese. Il Milan è stato beffato crudelmente a Benevento, dove c’è chi ha vinto di goleada e chi di strettissima misura proprio come stavano facendo i rossoneri fino al 94′. Ma oggi la squadra è in Europa e la sua classifica, pur molto deludente rispetto alle aspettative, in ogni caso non preclude obiettivi europei ai rossoneri.” – il comunicato poi prosegue con la parte più critica – “Tentare di trasformare le beffe dure da digerire in tragedie sportive, significa farsi prendere eccessivamente la mano. La squadra è molto contenta del lavoro che sta iniziando a fare con Rino Gattuso e le possibilità di migliorare ci sono. Il campo lo dimostrerà“.

potrebbe interessarti ancheShevchenko su Inter-Milan: “Higuain – Icardi che sfida. Gattuso è incredibile”

Infine viene lasciato un commento sul post Benevento: “Che il gol di Brignoli spazzasse via tutto il resto, era da mettere in conto. Ed è puntualmente accaduto. Ma al netto degli sfottò dei social e non solo dei social, oltre a ricordarsi che il calcio è una ruota sempre in movimento, il Milan deve essere bravo a stare zitto e a lavorare sotto traccia. Quella pre-Benevento era l’unica settimana priva di partite ufficiali e andava fatto un lavoro di carico che ha reso le gambe rossonere pesanti nel finale di gara. Ma si tratta di un lavoro che darà i suoi frutto. Il gol di Brignoli non ha tolto mordente e intensità a Gattuso, come la squadra ha rilevato fin da ieri a Milanello“.

Dunque il Milan riparte da qui, dalla rabbia di giocatori e allenatore per tre punti svaniti in modo rocambolesco nel finale di una gara giocata in 10 uomini per metà del secondo tempo, e dalla rabbia della società, paragonata a una delle peggiori società rossonere di oltre cento anni di storia.

notizie sul temaIl Milan può sorridere: Gattuso recupera tre giocatori fondamentali per il derbyMilan, l’arrivo di Bolt una boutade. Il giamaicano ambito da un club malteseMilan, Pato vuole tornare e contatta Leonardo. Il Papero di nuovo in rossonero ?
  •   
  •  
  •  
  •