VAR Milan-Crotone, regolare gol di Kessié ? Direzione arbitrale di Maresca tra alti e bassi

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

var milan-crotone
VAR Milan-Crotone:
il 2018 inizia con una vittoria per gli uomini di Rino Gattuso che vincono di misura la delicata sfida interna contro il Crotone, grazie alla rete dagli sviluppi di un calcio d’angolo di Leonardo Bonucci al 54° minuto, il quale sfrutta un’indecisione dell’estremo difensore calabrese Cordaz, che con i pugni fa carambolare la sfera sulla testa del difensore centrale.
Per il Milan tre punti d’oro che gli consentono di rilanciarsi in classifica, dopo un mese tra alti e bassi, con l’unica vittoria centrata solo ai supplementari di Coppa Italia contro l‘Inter. Per il Crotone, la delusione di non essere stati in grado di pareggiare la contesa nonostante la tenacità mostrata in campo: con il risultato di oggi la squadra calabra è sempre impelagata nella zona rossa della classifica. La mano di Walter Zenga si vede ma servono i risultati per salvare una stagione che sembra andare decisamente male e lo spettro della Serie B che aleggia da quelle parti.

VAR Milan-Crotone, gli episodi dubbi sotto la lente di ingrandimento

La direzione arbitrale del signor Fabio Maresca della sezione di Napoli nei primi minuti della gara non è caratterizzata da particolari episodi: al 20° minuto Mandragora commette un fallo tattico sul milanista Kessié involatosi in contropiede verso la porta crotonese,  corretto ammonire il calciatore crotonese.
Nel finale della prima frazione di gioco si segnalano alcune azioni da rivedere: al 41° minuto il rossonero Calhanoglu subisce una brutta entrata da parte di Rohden, Maresca è lì a due passi ma inspiegabilmente fa cenno di proseguire senza irrogare alcun provvedimento disciplinare. Tre giri di lancette dopo, Ceccherini entra da dietro su Crutone strappandogli nettamente il pallone, giusto non decretare il penalty, mentre al 45° minuto sale in cattedra il VAR che segnala all’arbitro dell’incontro l’intervento falloso di Biglia su Martella, con conseguente ammonizione per il milanista.
Seconda frazione di gioco particolarmente agitata: al 59° minuto vibranti proteste da parte del Milan, Kessié va in rete dagli sviluppi di un calcio d’angolo, facendo cadere a terra Mandragora, intervenuto per fermare l’incursione rossonera. Viene consultato dall’arbitro Maresca il VAR, che segnala il fallo dell’ivoriano. Come si evince dalle immagini di seguito tratte da YouTube, la decisione degli addetti alla moviola sembra essere giusta perché la maglia del calciatore crotonese pare allungarsi in maniera evidentissima.

potrebbe interessarti ancheIl Milan può sorridere: Gattuso recupera tre giocatori fondamentali per il derby

Due episodi dubbio nel giro di appena due minuti e che hanno come protagonisti Ajeti e Cutrone: al 62° minuto Maresca lascia correre su un intervento del difensore calabrese sul giovane attaccante del Milan, identica sorte al 64° minuto. In entrambi i casi c’erano gli estremi per il cartellino giallo.
L’arbitro campano sorvola anche sull’intervento di Stoian su Calhanoglu al 73° minuto: anche in questo caso un provvedimento disciplinare poteva starci.
Proteste da parte della panchina del Milan per l’eccessivo recupero segnalato dal quarto uomo: per i rossoneri sarebbero troppi i sette minuti decretati dal direttore di gara. Nel recupero, altra rete annullata al Diavolo: al 94° minuto Bonucci segna ma l’arbitro Maresca annulla perché ha visto un fallo dubbio di Kalinic su un difensore crotonese. Visualizzando le immagini, la decisione del fischietto napoletano lascia perplessi.

potrebbe interessarti ancheEffetto Cristiano Ronaldo sul costo dei biglietti: i tifosi della Juve vogliono disertare la sfida con il Milan

 

notizie sul temaInter-Milan, Higuain come Inzaghi-Ibrahimovic? Il Pipita cerca il primo gol nel derby milaneseInter-Milan: sarà un derby ‘argentino’Shevchenko su Inter-Milan: “Higuain – Icardi che sfida. Gattuso è incredibile”
  •   
  •  
  •  
  •