Lazio-Roma, pagelle: Strakosha e El Shaarawy salvatori della patria, Immobile e Dzeko non mordono

Pubblicato il autore: Giuseppe Consiglio Segui
during the Serie A match between AS Roma and FC Crotone at Stadio Olimpico on October 25, 2017 in Rome, Italy.

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews


Derby della Capitale
insolitamente scialbo, conclusosi sullo 0-0, quello tra Lazio e Roma. Le squadre di Inzaghi e Di Francesco, forse stanche dopo i probanti impegni europei, decidono di spartirsi la posta in palio e di non allungare l’una sull’altra nella corsa alla Champions League. Ecco i voti ai protagonisti.

Strakosha: partita sostanzialmente da spettatore non pagante, se non fosse per i due legni che la Roma colpisce e lo fanno rabbrividire e per lo straordinario intervento allo scadere sul colpo di testa di Dzeko che permette ai suoi di restare aggrappati al pareggio. Voto 6.5.

Luiz Felipe: preferito a gente più esperta in una partita incandescente come il Derby, dimostra ancora una volta che sarà certamente un difensore dal grande avvenire, data la calma olimpica con cui affronta gli avversari, anche in una serata particolare. Voto 6.5

De Vrij: è il leader difensivo di questa squadra, sempre preciso nelle coperture, anche se nel finale rischia di farsi sopraffare da Dzeko, ma la prestazione è complessivamente positiva. Voto 6.

Radu: non è nuovo alla stracittadina e nemmeno al cartellino rosso in questa partita: ingenuo nei due interventi che portano all’espulsione che potevano costare caro alla sua Lazio. Voto 4.5

Marusic: la partita è sostanzialmente molto chiusa  e ciò non favorisce le sue folate sulla fascia, ma nel finale solo un prodigioso El Shaarawy gli nega la gioia del gol a tu per tu con Alisson. Voto 5.5.

Milinkovic Savic: tanta quantità ma meno qualità del solito, anche se nel ruolo di punta nei minuti conclusivi interpreta bene il ruolo facendo a sportellate con la difesa della Roma per permettere alla sua squadra di salire. Voto 6.

Lucas Leiva: ancora una volta gestisce bene il centrocampo favorendo la circolazione fluida del pallone e abbinandovi una buona corsa. Voto 6.

Parolo: avrebbe due importanti occasioni nella fase iniziale del match ma non è un attaccante e si vede. Poi torna a fare legna in mezzo al campo e quello gli riesce decisamente meglio. Voto 6.

potrebbe interessarti ancheSpal-Roma, la possibile formazione giallorossa: out Kolarov, torna Perotti

Lulic: il suo derby dura poco più di un tempo perché la benzina è poca e la lucidità mentale pure, come quando avrebbe l’occasione di lanciare a campo aperto Felipe Anderson, ma perde più di un tempo di gioco. Voto 5.

Felipe Anderson: la Lazio avrebbe bisogno della sua qualità in questo finale di stagione, ma non riesce ancora a trovare quella continuità che ci si aspetterebbe da uno con il suo talento. Ancora una volta spreca un’occasione agli occhi di Inzaghi. Voto 5.

Immobile: i difensori della Roma gli si incollano addosso e la sua serata prevede più tentativi di smarcarsi che tiri in porta. Sempre in prima linea per aiutare la squadra ma questa volta è troppo poco. Voto 5+.

Luis Alberto: entra per dare più qualità alla Lazio, ma, a parte un tiro di poco a lato, c’è molto poco. Voto 5+.

Lukaku: Inzaghi spera nella sua capacità di saltare l’uomo per portare la partita dalla sua parte, ma la fase difensiva della Roma non lo mette quasi mai in condizione di sprigionarsi in campo aperto. Voto 6-.

Alisson: come il suo collega, non ha sostanzialmente nulla da parare visto che la Lazio non centra mai lo specchio della sua porta. Voto 6.

Fazio: a turno con i suoi colleghi, morde le caviglie degli attaccanti laziali e li rende inefficaci. Sempre sul pezzo. Voto 6.

Manolas: il suo apporto alla squadra è sempre fondamentale: corre, fa a sportellate con i giocatori della Lazio, anche a costo di farsi male, come effettivamente avviene. Voto 6.

Juan Jesus: spesso sottovalutato, dopo la grande prova contro il Barcellona dimostra di essere un difensore di sicuro affidamento anche nel derby: la concentrazione è la sua cifra tecnica migliore. Voto 6+.

potrebbe interessarti ancheSpal-Roma, Di Francesco: otto minuti di conferenza e tante novità importanti

Bruno Peres: dopo il coast to coast nel derby di Torino, avrebbe l’occasione di timbrare il cartellino anche in quello di Roma, ma il palo gli strozza l’urlo in gola. Con Di Francesco è sicuramente migliorato in fase difensiva. Voto 6.

De Rossi: gioca quasi da centrale difensivo aggiunto e fa legna in mezzo al campo come suo solito, impedendo alla sua Roma di trascorrere una serata particolarmente affannosa. Voto 6.

Strootman: fa parecchi errori tecnici, con passaggi, anche elementari, sbagliati ma in fase di contenimento non tira mai indietro la gamba. Voto 6.

Kolarov: visto il cambio modulo, avrebbe l’occasione di dedicarsi meglio alla fase offensiva e diventare l’uomo in più, ma non riesce quasi mai a sfondare dal suo lato. Voto 5.5.

Nainggolan: il suo pallone per Bruno Peres è una ciliegina che il brasiliano non mette sulla torta, poi la Lazio lo ingabbia e non riesce più a smistare palloni pericolosi per le punte. Voto 5.5.

Schick: dopo la buona prova in Champions League, stasera è sostanzialmente assente, quasi come se si sentisse un corpo estraneo a questa Roma. Forse solo il gol può rilanciarlo. Voto 5.

Dzeko: se arriva il pallone buono fa paura: tre occasioni in 60 secondi, quando solo Strakosha e la sfortuna gli impediscono di andare a rete. Ma per il resto dell’incontro non si vede. Voto 5 +.

Under: rientra dopo i problemi fisici degli ultimi tempi e cerca di dare maggiore imprevedibilità alla manovra giallorossa, ma è l’inerzia della partita in sé a non permettergli di scatenarsi. Voto 6.

El Shaarawy: entra per fare l’attaccante esterno, ma si ritrova terzino: una diagonale perfetta gli permette di anticipare Marusic ed evitare una notte amara alla curva Sud. Voto 6.5.

notizie sul temaCAGLIARI, ITALY - NOVEMBER 25: Marcelo Brozovic of inter celebrates his goal 0-2 with the team mates during the Serie A match between Cagliari Calcio and FC Internazionale at Stadio Sant'Elia on November 25, 2017 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)Infortunio Gagliardini, l’esito degli esami: ballotaggio Borja Valero-Vecino con il ChievoRoma, c’è una Champions League da conquistare … in Serie ALuis Alberto 22-07-2017 Auronzo di Cadore Ritiro estivo 2017-2018 SS Lazio Amichevole SS Lazio Vs Spal @ Marco Rosi / FotonotiziaLuis Alberto, il mago spagnolo che fa volare alto la Lazio di Simone Inzaghi
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,