Calhanoglu, niente Supercoppa Italiana: il turco sarà squalificato contro la Juventus

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Calhanoglu, un giallo di troppo con la Fiorentina. Un gol, due assist e un’ammonizione che gli costerà cara. Questo lo score di Hakan Calhanoglu nell’ultima giornata di campionato. Nel 5-1 rifilato dal Milan ai viola la prestazione del turco è stata eccezionale. L’ex Bayer Leverkusen ha prima beffato Sportiello con una diabolica punizione, poi ha servito due cioccolatini a Cutrone. Gattuso si coccola il suo numero dieci:”Mi emoziona vederlo giocare. E’ un dieci anomalo, gioca con il coltello tra i denti. Può e deve migliorare, speriamo che non si senta Brad Pitt in vacanza”. Il turco è stato il giocatore che più si è giovato dell’arrivo in panchina di Gattuso:”Quando sono arrivato ho trovato un giocatore a terra. Mi fa piacere aver contribuito al suo ambientamento. Non è facile arrivare in un campionato nuovo essendo molto giovani”. 

Peccato che la bella prestazione del turco con la Fiorentina sia stata macchiata da un’ingenua ammonizione per simulazione. Un provvedimento disciplinare che costerà la squalifica a Calhanoglu. Purtroppo per lui, e per il Milan, questa sanzione dovrà essere scontata il prossimo 12 agosto. In tale data si svolgerà, quasi certamente, la Supercoppa Italiana con la Juventus. Il regolamento dice che una squalifica deve essere scontata al primo impegno ufficiale della stagione successiva. La Supercoppa si giocherà una settimana prima dell’inizio del campionato 2018/2019. A meno di rinvii dunque Calhanoglu non giocherà contro la Juventus. Un vero peccato.

potrebbe interessarti ancheDonnarumma, parla Giovanni Galli:”Basta coccole, lavori per migliorare al Milan”

Calhanoglu, il Milan ripartirà da lui

E’ stato forse il miglior acquisto rossonero. Gattuso lo ha sempre messo al centro del suo progetto e lo sarà ancora di più nella prossima stagione. Calhanoglu ha vissuto mesi complicati. La lingua, le scelte di Montella e la situazione generale negativa della squadra. Poi da gennaio in poi si è visto un altro giocatore. All’andata proprio il gol contro la Fiorentina fu il segno della rinascita del turco, diventato poi una pedina inamovibile per Gattuso. Nella prossima stagione lo sarà ancora di più. Specialmente se il Milan dovesse passare al 4-3-1-2.

potrebbe interessarti ancheJuventus, Pjanic verso Barcellona: c’è l’indizio social

Calhanoglu ha dimostrato contro la Fiorentina di trovarsi molto bene con due attaccanti da lanciare. Mentre quando c’è un solo centravanti la manovra diventa più prevedibile. In questo senso sarà importante capire il futuro di Suso. Al di là di cosa farà lo spagnolo il Milan della prossima stagione ruoterà molto intorno alla fantasia di Calhanoglu. Gattuso ha trovato un dieci a cui affidarsi nei momenti difficili. Un giocatore che può risolvere la partita in qualsiasi momento e che crea sempre pericoli con le palle inattive. E’ presto per fare paragoni eccellenti. Ma dopo i Boateng e gli Honda la maglia che fu di Schiaffino, Rivera, Gullit, Savicevic, Boban, Rui Costa e Seedorf sembra aver trovato un degno padrone. Sembra, perché dall’anno prossimo tutti aspetteremo al varco Calhanoglu. Il turco di Germania che vuole prendersi il Milan. Definitivamente.

notizie sul temaSergej Milinkovic Savic segna il gol del 3-1 21-01-2018 Roma Campionato Italiano Serie A Tim incontro SS Lazio Vs Chievo Verona allo stadio Olimpico di Roma. Match day SS Lazio Vs Chievo Verona at the Olimico Satium in Rome. @ Marco Rosi / FotonotiziaMilinkovic-Savic, parla il padre:”Vada alla Juventus, il Real Madrid può aspettare”MILAN, ITALY - JANUARY 06: The players of the AC Milan celebrate a victory at the end of the serie A match between AC Milan and FC Crotone at Stadio Giuseppe Meazza on January 6, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)Mercato Milan, il colpo a centrocampo sarà in regia? Montolivo verso il BolognaMercato Juve: preso Favilli, Cancelo si avvicina. Bianconeri fiduciosi per il portoghese
  •   
  •  
  •  
  •