Formazioni Torino-Fiorentina: Iago con Belotti. Viola all’attacco con Pjaca, Simeone e Chiesa

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Federico Chiesa – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

L’anticipo serale del sabato, valevole per la decima giornata di serie A, metterà di fronte Torino e Fiorentina. I granata giungono a questa sfida da decimi della classe con 13 punti all’attivo. La banda guidata da Walter Mazzarri ha inanellato quattro risultati utili consecutivi, mentre tra le proprie mura amiche il trend parla di due vittorie contro Spal e Frosinone ed altrettanti ko rimediati al cospetto di Roma e Napoli. Il pareggio rimediato domenica scorsa a Bologna ha messo in luce qualche pecca di troppo per quanto concerne la gestione del risultato. In vantaggio di due gol a zero, grazie alle firme di Iago e Baselli, i granata si sono fatti rimontare, lasciando per strada due punti che sembravano essere ampiamente in cassaforte. Mazzarri, come dichiarato durante la conferenza stampa della vigilia, ha lavorato in settimana al fine di migliorare quest’aspetto, con lo scopo di ottenere una tenuta mentale più affidabile per gestire con autorevolezza situazioni favorevoli.

La Viola, invece, è sesta a quota 14. La banda guidata da Stefano Pioli è in flessione, soprattutto dal punto di vista del gioco espresso, rispetto alle precedenti settimane. Dopo il ko immeritato rimediato a “San Siro” contro l’Inter, i gigliati hanno palesato qualche scricchiolio di troppo: fatta eccezione per la vittoria discussa ottenuta contro l’Atalanta, la Fiorentina ha perso 1-0, all'”Olimpico“, contro la Lazio, per poi dare vita ad un pareggio decisamente scialbo, domenica scorsa, al cospetto del Cagliari. Lontano dal “Franchi“, Chiesa e compagni hanno inanellato un pareggio e tre ko, andamento che mette in luce un cammino diametralmente opposto rispetto a quello mantenuto in casa, con i toscani mai sconfitti. La sfida di questa sera potrebbe rappresentare una ghiotta occasione per invertire la rotta, ma il Torino è squadra difficile da superare, in quanto dotata di una spiccata personalità e di un’intensità agonistica che la rendono particolarmente arcigna.

potrebbe interessarti ancheStorie di Calcio: com’è nato il procuratore sportivo?

Dirottando le attenzioni sulle probabili formazioni, Mazzarri potrebbe optare per il 3-5-2 con Sirigu in porta, linea di difesa composta da Izzo, N’Koulou e Moretti. De Silvestri e Berenguer esterni di centrocampo, mentre la mediana sarà presidiata da Baselli, Rincon e Meité. In attacco spazio al tandem Iago-Belotti, con il “gallo” a digiuno di gol dallo scorso 23 settembre.

potrebbe interessarti ancheMercato Atalanta, si cerca il vice Zapata

Stefano Pioli, invece, varerà il consueto 4-3-3: Lafont tra i pali, Pezzella e Vitor Hugo coppia centrale di difesa, Milenkovic e Biraghi esterni. A metà campo fiducia a Benassi, Veretout e Gerson, mentre in attacco spazio al tridente formato da Pjaca, Simeone e Chiesa, con Vlhaovic, in panchina, che scalpita. L’arbitro designato per dirigere la sfida è il signor Michael Fabbri della sezione di Ravenna.

notizie sul temaStorie di Calcio: Omar il Re LeoneEuropa League, sorteggio preliminari: ecco le possibili avversarie della Roma (o del Torino)Milan, sfida a Napoli e Roma per Veretout
  •   
  •  
  •  
  •