Un viaggio nel pallone: Juventus-Napoli, una sconfitta per tutti i tifosi

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Juventus-Napoli, ancora una sconfitta per i tifosi. Vietare di andare in uno stadio per vedere la squadra del cuore dal vivo è un qualcosa di cui non vorremmo più parlare o scrivere. Il match dello Juventus Stadium, vinto sul campo dai bianconeri di Allegri su quelli di Ancelotti per 3-1, è stata un’altra sconfitta per i tifosi. Di entrambe le squadre. I tifosi del Napoli residenti in Campania non potevano essere presenti nel Settore Ospiti dell’Allianz Stadium. Come se i tifosi azzurri residenti nelle altre regioni d’Italia fossero tutti la reincarnazione di San Francesco. E’ proprio un Francesco racconta il suo pomeriggio da tifoso del Napoli nella tana della Juventus. “Una serata, una partita caratterizzata dagli ennesimi cori discriminatori di tutta la tifoseria bianconera. “Lavali col fuoco…”, “Napoli usa il sapone…” i tifosi dovrebbero sostenere la propria squadra e non continuare ad offendere in modo pesante gli avversari”.

I tifosi della Juventus non erano di buon umore prima della partita, tanto da proclamare uno sciopero del tifo. Motivo? I rincari dei prezzi per assistere alle partite casalinghe di Cristiano Ronaldo e compagni. In questo i supporters juventini e quelli napoletani sono uniti nella protesta contro il caro-biglietti. Certo l’immagine del calcio italiano non ne esce bene. La miglior partita che può offrire la nostra Serie A caratterizzata da divieti e cori razzisti. Ma fortunatamente ci sono sempre le eccezioni. Anche in Juventus-Napoli del 29 settembre 2018.

potrebbe interessarti ancheSqualificati Serie A 25° turno: Insigne salta la trasferta del suo Napoli a Parma

Juventus-Napoli, una bella eccezione che non basta

Francesco, dopo la delusione per la sconfitta del suo Napoli, trova un motivo per sorridere. “Per fortuna i tifosi juventini non sono tutti uguali. Attaccato al Settore Ospiti dell’Allianz Stadium c’era un papà juventino che ha accompagnato il figlio piccoletto tifoso del Napoli. Era bello vedere come noi tifosi azzurri andavamo a salutare il piccolo supporter azzurro e la “grandezza” del padre nell’accettare la situazione”. Una scena che riappacifica con il mondo del calcio contemporaneo.

potrebbe interessarti ancheLa protesta dei tifosi del Napoli sui social: “La Serie A è truccata, disertiamo il San Paolo contro la Juventus”

Un lampo di luce che però non è durato molto. Francesco racconta cosa è successo nel dopo Juventus-Napoli:“A fine partita, nel parcheggio del settore ospiti, alcuni tifosi hanno esposto uno striscione che recitava: “Campania assente? spettacolo indecente. No al Razzismo Territoriale”. I tifosi napoletani hanno contestato l’ennesima trasferta vietata ai tifosi residenti in campania, come se i criminali e i teppisti abitano solo in quella regione”. Juventus-Napoli è stato uno spettacolo in campo. Con qualche polemica arbitrale, ma quello fa parte del gioco. L’augurio che al prossimo scontro tra bianconeri e azzurri non ci siano divieti si sorta. Che ci siano più madri con i figli e che ci siano solo cori a favore o di sfottò. Ma forse lo Juventus-Napoli che abbiamo appena vissuto non è quello di cui abbiamo bisogno, ma è quello che ci meritiamo.

notizie sul temaVerso Atletico Madrid-Juventus, Alex Sandro:”L’Atletico è abituato a giocare a questi livelli. Sarà una grande partita”Napoli, attacco in difficoltà: caso-Milik per Ancelotti?Zaniolo-show, il giovane fenomeno della Roma rimpianto anche della Juventus
  •   
  •  
  •  
  •