Zaza torna al gol in Serie A con il Torino: “Segnare è molto importante. Il gol lo dedico al magazziniere”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Simone Zaza – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Tra le favole che ha lasciato in dote la domenica calcistica di serie A vi è il ritorno al gol, nel nostro campionato, di Simone Zaza. L’attaccante lucano si è rivelato match-winner nella sfida tra Chievo e Torino, decisa da una sua rete all’88’. Subentrato al 58′ al posto di Edera, il numero 11 granata ha capitalizzato al meglio, quasi sul gong, un passaggio filtrante di Berenguer, lasciando partire un tiro preciso e angolato che ha trafitto Sorrentino.

Zaza torna ad esultare in Italia, dopo l’ultima rete messa a segno nel maggio del 2016, durante Juventus- Carpi, quando indossava la casacca bianconera. Da lì in avanti, il centravanti natio di Policoro, ha girovagato all’estero, tra le fila di West Ham e Valencia. Se l’esperienza oltremanica è stata da dimenticare, giudizio opposto per quanto concerne la parentesi spagnola, soprattutto nella passata stagione, con Zaza protagonista di 13 reti in Liga su 33 gare disputate.

potrebbe interessarti ancheInter, il Torino insiste: vuole Candreva, pronto uno scambio sorprendente

Uno score che gli spalancato, nuovamente, le porte della Nazionale, con il c.t. Mancini che lo ha convocato nelle amichevoli disputate tra fine maggio ed inizio giugno, andando in rete nella sfida contro l’Olanda, per poi schierarlo titolare, lo scorso 10 settembre, nella gara contro il Portogallo, di Nations League. Giunto al Torino, agli sgoccioli del calciomercato, Zaza ha sino ad ora collezionato cinque presenze, di cui una sola dal primo minuto, inserendosi gradualmente negli schemi tattici del tecnico Mazzarri.

Entusiasta per la rete vittoria siglata ieri pomeriggio al “Bentegodi“, l’attaccante granata ha rilasciato interessanti dichiarazioni al termine del match, specificando la dedica del suo gol, senza disdegnare un commento sul suo primo mese al Torino: “L’abbraccio al magazziniere? E’ stato uno dei primi a spingere per il mio arrivo qui, è dedicato anche un pò a lui questo gol. Mi sono sbloccato e sono contento, per un attaccante fare gol è importante. Ho avuto delle difficoltà, ma è normale in un ambiente nuovo con un allenatore nuovo che esige molto. Riparto da qui. Ho ascoltato tante voci sulla convivenza tra noi attaccanti, ma è il campo a parlare. Il mister sa quello che fa, quando ci sono giocatori di livello nella squadra non è mai un problema. Chievo? E’ sempre difficile giocarci contro, il mister ha i suoi concetti e i suoi schemi. Noi facciamo quello che dice“.

potrebbe interessarti ancheSerie A, Bologna-Torino 2-2: che rimonta per gli uomini di Inzaghi

Parole significative, quelle espresse da Simone Zaza, che appare pronto e disponibile nel fornire il suo prezioso contributo alla causa granata. Raggiungere l’Europa è un obiettivo prestigioso, ma con una rosa infarcita di talenti nel reparto avanzato, sognare in grande non è mera eresia.

notizie sul temaGigi Meroni, la tragica storia del calciatore-artista del TorinoTorino, Iago Falque:” Sono vicino al rinnovo. Messi più forte di Cristiano Ronaldo”Torino-Frosinone: pregevole reazione dei granata che affossano i ciociari
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: