Milan, stagione finita per Bonaventura: emergenza totale per Gattuso, Kessiè cambia ruolo?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Giacomo Bonaventura – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Bonaventura si opera, altra tegola per Gattuso. Da un po’ di tempo a questa parte Milanello assomiglia sempre più al Lazzaretto manzoniano dei Promessi Sposi. La rosa rossonera sta subendo perdite gravissime e tutto per lungo tempo. Procediamo con ordine a cautela, sempre necessaria in questi casi. Musacchio starà fermo fino a fine dicembre per un problema al ginocchio. Il difensore argentino, a meno di miracoli, dovrebbe tornare disponibile per l’inizio del 2019. Caldara dovrà stare fermo circa 4 mesi, possibile rivederlo a marzo 2019 in campo. Praticamente identico discorso per Biglia. Domenica scorsa il centrocampista argentino era a San Siro per Milan-Juve, la sua faccia era tutto un programma. Come se non bastasse a questo dolorosa lista si è aggiunto anche Bonaventura. L’ex Atalanta ha una microfrattura e una lesione alla cartilagine del ginocchio.

Bonaventura si opererà negli Usa operarsi e il suo stop va dai 7 agli 8 mesi. E’ il secondo grave infortunio patito dal jolly rossonero nella sua vita milanista, il primo gli era capitato a gennaio 2017 a Udine. Lo stop di Bonaventura è un’altra brutta botta per Gattuso, che per il prossimo mese e mezzo dovrà navigare nell’emergenza. Il tecnico rossonero dovrà trovare delle soluzioni interne, aspettando il 3 gennaio e la riapertura del calciomercato. A inizio dicembre arriverà Paquetà a Milanello. Il talento brasiliano però non potrà essere utilizzato prima di gennaio. Quindi Gattuso dovrà fare con quello che ha. Inevitabilmente.

potrebbe interessarti ancheMilan-Inter streaming gratis e diretta tv DAZN1, dove vedere il derby oggi dalle 20.45

Bonaventura out, quali soluzioni per Gattuso?

Dopo la sosta il Milan dovrebbe recuperare comunque qualche pezzo. Non Bonaventura, come detto. Calabria e Calhanoglu avranno il tempo di riprendersi dai loro acciacchi. Gattuso potrebbe cominciare a concedere minutaggio ad Andrea Conti. L’ex atalantino ha già riassaporato il campo e potrebbe essere una pedina importante per il Milan. Conti potrebbe giocare anche da esterno di centrocampo nel 4-4-2. Ancora meglio nel 3-5-2, un modulo spesso utilizzato da Gattuso ultimamente. Il tecnico ha i difensori contati. Ecco che un’alternativa potrebbe essere l’utilizzo di Kessié in retroguardia, come perno di una difesa a tre. Certo è un peccato togliere l’ivoriano dal centrocampo, ma è lui l’unica pedina capace di interpretare bene quel ruolo.

potrebbe interessarti ancheMilan Femminile-Orobica Femminile, streaming gratis e Diretta Tv

Tra tante notizie nefaste anche una buona nuova: Ivan Strinic è  quasi pronto a tornare in campo.  Al terzino rossonero, infatti, in estate è stato diagnosticato un problema al cuore, un’ipertrofia del muscolo cardiaco, che gli ha impedito di ottenere l’idoneità sportiva. Idoneità che, tuttavia, potrebbe presto arrivare. Sky Sport, infatti, riferisce che gli ultimi controlli a cui il terzino è stato sottoposto hanno dato esito positivo. Esito che, se dovesse essere confermato anche dai prossimi controlli, permetterebbe all’ex Napoli di essere reintegrato in rosa. Con Strinic Gattuso avrà un’ulteriore alternativa. Una buona notizia visto il rendimento non esaltante di Rodriguez e Laxalt. Lo svizzero sembra quasi trovarsi meglio nei tre di difesa, mentre l’uruguaiano è nato per il 3-5-2. Il tutto incrociando le dita e sperando che le nazionali non facciano ulteriori danni alla già martoriata rosa del Milan. Gattuso, da buon calabrese, avrà già preso le sue contromisure. A mali estremi ci vogliono sempre estremi rimedi.

notizie sul temaMilan-Inter: Probabili formazioni Serie AProbabili Formazioni Serie A 4a giornata: Lukaku in coppia con Politano, Dybala da 1′Stadio San Siro, Beppe Sala su Facebook: “Milan e Inter vanno ascoltate, ma stadio è storia di Milano”
  •   
  •  
  •  
  •