Chievo-Lazio, i biancocelesti deludono nel primo tempo, reagiscono nella ripresa. L’1-1 finale non soddisfa.

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Ciro Immobile – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Periodo piuttosto complicato per la Lazio. La banda guidata da Simone Inzaghi non va oltre l’1-1 in casa del Chievo, fanalino di coda ma in netta ripresa, issandosi a quota 24 in classifica, occupando il quinto gradino, scalzati dal Milan, che dopo la vittoria per 2-1, a “San Siro“, con il Parma, sale al quarto posto, in piena zona Champions League. I capitolini non vincono in campionato dallo scorso 4 novembre, in occasione del 4-1 rifilato alla Spal, da lì in avanti tre pareggi di fila, intervallati dal trionfo in Europa League con l’Olympique Marsiglia e l’indigesta sconfitta subita giovedì scorso, a Cipro, nella tana dell’Apollon Limassol.

Nonostante l’ampio turnover applicato da Simone Inzaghi nella precedente gara contro i ciprioti, assolutamente ininfluente per quanto riguardasse il passaggio del turno già ampiamente acquisito, la Lazio non è riuscita ad imporre il proprio gioco dinnanzi ad un Chievo rivitalizzato e coraggioso. Poche le chance create dai biancocelesti nella prima frazione di gara, con un Milinkovic-Savic completamente irriconoscibile rispetto alla scorsa stagione. I clivensi, poi, sono stati talmente bravi e veementi da passare in vantaggio al 25′ grazie ad una combinazione tra Birsa e Pellissier che ha permesso all’attaccante valdostano di freddare l’incolpevole Strakosha.

potrebbe interessarti ancheIl punto sulla corsa salvezza in serie A a metà campionato

Nella ripresa, invece, gli “aquilotti” hanno mostrato maggior grinta ed una spiccata voglia di rimettersi in carreggiata, al fine di evitare la seconda brutta figura dopo appena tre giorni. Al 66′ è Correa ad innescare in verticale Immobile, il quale non si è lasciato scappare l’opportunità di trafiggere Sorrentino. Per l’attaccante campano si tratta del nono gol in questo campionato. A seguire sono gli uomini di Simone Inzaghi a pigiare il piede sull’acceleratore, sfiorando il raddoppio in due circostanze: prima con Immobile, la cui conclusione si è stampata sul palo, e successivamente con Badelj, autore di un tiro terminato di poco a lato. Nei minuti finali, però, è il Chievo a flirtare con il successo attraverso un tentativo di Pellissier sventato a ridosso della linea di porta da Patric.

Nella conferenza stampa post-gara, Inzaghi ha evidenziato il doppio atteggiamento mantenuto dalla sua squadra: insufficiente nei primi quarantacinque minuti, maggiormente propositivo nella ripresa. Dopo il ko contro l’Apollon, il presidente Lotito aveva lanciato segnali polemici nei confronti del suo allenatore per quanto riguardasse l’utilizzo centellinato di Correa, calciatore che lui vorrebbe vedere costantemente in campo.

potrebbe interessarti ancheBufera social, scoppia l’hashtag #juveout

Ieri sera l’argentino non ha deluso le aspettative, mentre continua a sfoderare performance sottotono Milinkovic-Savic, lontano parente del centrocampista tuttofare ammirato lo scorso campionato. Al momento il suo appeal internazionale appare essere in ribasso e quella cifra attestatasi sui 120 milioni di euro, come valutazione, è alquanto improponibile se paragonata al suo apporto nella manovra biancoceleste.

notizie sul temaNapoli, i tifosi sono contro HysajLazio-Novara streaming RaiPlay e diretta TV Coppa Italia, dove vedere il match oggi 12/01Inzaghi: vogliamo passare il turno. Le dichiarazioni e l’anteprima di Lazio-Novara.
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,