Higuain-Bonucci, due pesi e due misure tra Milan e Juventus: il Pipita risponda con i gol

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Higuain, deja-vu in rossonero per il Pipita. Sono stati al centro di un clamoroso scambio di mercato. L’uno ha dovuto lasciare la Juventus per far spazio a sua maestà Cristiano Ronaldo, l’altro è tornato a Torino dopo aver capito che Milanello non faceva per lui. Gonzalo Higuain e Leonardo Bonucci. Di uno si parla tutti i giorni,  dell’altro non si parla quasi mai. Eppure di Bonucci la passata stagione si parlava. Eccome. Il Pipita ha vissuto un momento difficile, capita agli attaccanti. Sopratutto in una squadra falcidiata dagli infortuni. L’ex Juventus ha poi segnato contro la Spal. Un gol da tre punti, gli abbraccia dei compagni e la stima di Gattuso. Tutto risolto? Neanche per sogno. Ogni giorno Higuain è sulla bocca di tutti, tra ventilati viaggi verso Londra, mancato riscatti del Milan e via dicendo.

Di Bonucci invece non si parla mai, o quasi. Non si parla del fatto che Duvan Zapata l’ha fatto ammattire in Atalanta-Juventus. Non si parla che Allegri gli preferisce sempre altri quando manca Chiellini e c’è da dare la fascia di capitano a qualcuno. Non si parla del fatto che non abbia giocato contro il suo ex Milan a San Siro. Tutti segnali dei tempi in cui vive il calcio italiano. La Juventus domina, in campo e fuori. Al Milan, e nelle altre squadre, c’è un caso al giorno. Alla Juventus va tutto bene. I bianconeri, bontà loro, vincono quasi sempre e i successi coprono tutto. Ma perché Higuain è un caso sempre aperto, mentre Bonucci non lo è mai? Misteri del mondo pallonaro nostrano.

potrebbe interessarti ancheJuventus, dalla Spagna: De Ligt ad un passo, Paratici lavora per limare i dettagli

Higuain, i gol per zittire tutti

Ha chiuso il 2018 con un gol da tre punti. Pesantissimo. La rete di Higuain contro la Spal ha permesso al mondo Milan di respirare e brindare con più fiducia al nuovo anno. Il Pipita non sta vivendo una stagione memorabile. L’ex Juventus ha segnato 6 gol in campionato, che non sono tanti per uno come lui. Ma neanche pochi. Il bomber argentino ha avuto anche dei problemi alla schiena. La pausa è arrivata al momento giusto. Sabato c’è la Sampdoria in Coppa Italia, poi la discussa Supercoppa Italiana contro la Juventus.

potrebbe interessarti ancheStorie di Calcio: Michel Platini

Higuain sa che può e deve dare di più. Allo stesso tempo non può essere lui il capro espiatorio dei mali del Milan. I rossoneri hanno l’obbligo morale di centrare il quarto posto, anche considerando la figuraccia fatta in Europa League. Higuain è un giocatore in prestito, che deve meritarsi il riscatto da parte del club con cui sta giocando. I gol in questi casi sono la migliore medicina. Anche gli assist, come quello fornito a Cutrone contro la Roma lo scorso agosto. E’ quello l’Higuain che i tifosi del Milan vogliono vedere. Così magari tutti se ne faranno una ragione e troveranno altri “casi” da raccontare. Oppure se li inventeranno, come sempre più spesso certi “giornalai” fanno. Purtroppo.

notizie sul temaMilan, Ceballos a tutti i costi: ecco il pianoMercato Milan, le ultime sui rossoneri: da Ceballos a Veretout, le nuove mosse della dirigenzaCaso Kean-Zaniolo, Di Biagio chiarisce: “le regole vanno rispettate”
  •   
  •  
  •  
  •