Roma-Torino, giallorossi ok grazie ad un Zaniolo versione baby-boom

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Inizia nel migliore dei modi il 2019 per la truppa guidata da Eusebio Di Francesco. La Roma dopo aver superato per 4-0 la Virtus Entella in Coppa Italia, si ripete in campionato mettendo ko il Torino 3-2. Per la “Lupa” si tratta del terzo risultato utile consecutivo in A, la quarta vittoria nelle ultime cinque sfide disputate. Dzeko e compagni salgono, così, al quarto posto in classifica a quota 33, in piena zona Champions League, in attesa di vedere cosa farà stasera la Lazio in casa del Napoli e il Milan, lunedì pomeriggio, al “Ferraris“, contro il Genoa.

La prestazione della Roma è stata piuttosto convincente, grazie anche, e soprattutto, alla performance sfoderata da un Nicolò Zaniolo sorprendente. Il classe 1999 oltre ad aver realizzato il suo secondo centro in campionato, ha aiutato i compagni di squadra, dando man forte sia in avanti che a centrocampo, mettendo in mostra doti, qualità e talento di cui inevitabilmente sentiremo parlare a lungo. La personalità non gli manca e i segnali inviati sono assolutamente positivi. Al 15′, infatti, è proprio lui a sbloccare il match attraverso un mix tra colpo di genio e perseveranza su cui Sirigu non è riuscito ad imporsi.

potrebbe interessarti ancheNapoli-Atalanta streaming e diretta tv Serie A: dove vedere il match del 22/04

Al 34′, poi, a seguito di un intervento falloso dell’estremo difensore granata nei confronti di El Shaarawy, innescato in profondità da Karsdorp, è l’arbitro Giacomelli a concedere il penalty per i padroni di casa. Dal dischetto si presenta Kolarov che non fallisce l’appuntamento con il gol. Allo scadere della prima frazione di gara è il Toro a bussare dalle parti di Olsen con Iago, la cui conclusione lambisce il palo esterno.

Nella ripresa la Roma abbassa un pò i ritmi e gli avversari ne approfittano per rimettersi in carreggiata. Al 51′, su tiro da fuori area, è Rincon ad accorciare le distanze. Successivamente Ansaldi si rende protagonista di un calcio di punizione che mette i brividi all’estremo difensore giallorosso, Dzeko, invece, fallisce un comodo appuntamento con il gol. Al 67′, però, è proprio il numero 15 granata, attraverso un fendente dalla distanza, a non lasciare scampo ad Olsen. Due a due il punteggio e per la Roma è tutto da rifare.

potrebbe interessarti ancheTardelli: “Dybala soffre la presenza di Cristiano Ronaldo”

I capitolini, però, non si scoraggiano, catapultandosi nuovamente in avanti con lo scopo di trovare la rete della vittoria. Rete che arriverà al 73′ quando Lorenzo Pellegrini servirà sulla sinistra El Shaarawy che a tu per tu con Sirigu non fallirà l’occasione di timbrare il suo sesto centro in campionato, diventando, così, il calciatore più prolifico nella rosa di Eusebio Di Francesco. L’ultimo sussulto della gara, invece, è di marca granata con Belotti che sfiorerà la rete del 3-3.

Al triplice fischio finale gioisce la Roma, che a seguito di questo trionfo può vantare il miglior attacco tra le proprie mura amiche con 27 reti realizzate, mentre il Torino si lecca le ferite, incappando nella prima sconfitta stagionale in campionato lontano dal proprio stadio nonostante la buona volontà profusa.

notizie sul temaGattuso, così non va: il Milan rallenta ancora nella corsa del gamberoInter-Roma 1-1 (Video Gol Serie A): Perisic risponde a El Shaarawy, a San Siro finisce in paritàJuventus-Fiorentina 2-1 (Video Gol Serie A): la Vecchia Signora conquista l’ottavo scudetto consecutivo
  •   
  •  
  •  
  •