Atalanta-Spal, orobici inarrestabili: la missione Champions non è più un segreto

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Atalanta superlativa. E’ questa la sintesi perfetta per descrivere la prestazione della Dea al cospetto della Spal. Pur passando in svantaggio grazie al gol messo a segno dall’ex Petagna, all’8′, i nerazzurri hanno reagito, nella ripresa, con veemenza, sovvertendo il risultato. La banda guidata da Gasperini vince per 2-1 ed ottiene tre punti preziosi per quanto concerne la zona Europa. I bergamaschi occupano il quinto gradino con 38 punti all’attivo, al pari di Roma e Lazio e sono a -1 dal Milan quarto, ultimo posto utile per accedere alla prossima edizione della Champions.

Oltre a ciò, la Dea vanta il miglior attacco del campionato con 50 centri all’attivo ed è reduce da sei risultati utili consecutivi. Inoltre, nella sua storia in massima serie, l’Atalanta non aveva mai raggiunto quota 38 dopo 23 giornate, un record di cui andar fieri, a testimonianza dell’ottimo lavoro svolto, sin qui, dal tecnico di Grugliasco e dall’intera squadra. I nerazzurri sono ormai una certezza consolidata nel nostro torneo, una squadra abituata a navigare nelle zone alte di classifica, gomito a gomito con le big. La performance sciorinata contro la Spal ha messo in luce la determinazione, il coraggio, l’intraprendenza, il credere fermamente nelle proprie qualità al fine di non lasciare punti per strada.

potrebbe interessarti ancheAtalanta – Milan 1-3 ( Video Highlights): Piatek e Calhanoglu, tris da Champions

Come detto in precedenza, nella prima frazione di gara sono gli avversari a partire con il piglio giusto, mettendo la freccia con un colpo di testa vincente di Petagna su assist di Kurtic, anch’egli altro ex della gara. A seguire è l’Atalanta a provare a riacciuffare le sorti del match, annoverando una doppia chance, in rapida sequenza, con il “papuGomez, prontamente intercettata da Viviano. Nella ripresa, invece, la Dea controlla agevolmente i tentativi degli estensi, pigiando con autorevolezza il piede sull’acceleratore. Il pareggio si materializza al 57′ quando Ilicic è abile nel capitalizzare al meglio un assist scodellato dalla corsia di sinistra da Duvan Zapata. Il sorpasso definitivo, invece, si concretizza al 79′, quando Hateboer, dalla destra, mette al centro dell’area un pallone invitante per Zapata che non deve far altro che spedirlo in fondo al sacco. Gioia incontenibile per l’attaccante colombiano al suo sedicesimo centro in questo campionato.

potrebbe interessarti ancheAtalanta-Milan streaming gratis Dazn e diretta tv Serie A, oggi 16 febbraio dalle 20.30

Per il resto applausi scroscianti ai beniamini di casa, elogi al lavoro svolto da Gasperini e in tutto questo il “papu Gomez che non si nasconde: intervistato da Sky Sport ha rivelato di puntare, assieme a tutti i suoi compagni, ad un piazzamento europeo, nutrendo concrete speranze di poter accedere alla prestigiosa ed ambita Champions League. La Dea affinché possa continuare la sua marcia inarrestabile non dovrà compiere voli pindarici con la fantasia ma proseguire lungo questo trend, con la certezza di poter rappresentare un osso duro per le dirette concorrenti e per le poche squadre che la precedono.

notizie sul temaAtalanta-Milan, le parole dei due tecnici in conferenza:”Match importante”Formazioni Atalanta-Milan, sfida Champions e incrocio fra bomber: Zapata vs PiatekAtalanta-Milan, precedenti e statistiche: nelle ultime due stagioni pareggi per 1-1
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: