Chievo-Roma, passeggiata giallorossa al “Bentegodi”. Ora testa al Porto

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Tutto facile per la Roma che si sbarazza del Chievo, ultimo in classifica, con un perentorio 0-3. Gara mai in discussione per la banda guidata da Eusebio Di Francesco che ha mostrato l’atteggiamento giusto ed una buona dose di determinazione al fine di accaparrarsi l’intera posta in palio. La “Lupa“, così, sale momentaneamente al quarto posto con 38 punti all’attivo, al pari della Lazio, in attesa di conoscere cosa faranno domani Milan e Atalanta.

Per Dzeko e compagni si tratta del sesto risultato utile consecutivo in serie A, della quarta vittoria in campionato lontano dall'”Olimpico“. La Roma non è apparsa mai in affanno, imponendo, sin da subito, la propria indiscussa superiorità. Di Francesco si è affidato al 4-3-3 con le novità maggiori riguardanti la presenza di Mirante in porta e Marcano al centro della difesa, al posto degli infortunati Olsen e Manolas. Centrocampo a tre con Zaniolo, Nzonzi e Cristante, mentre in attacco El Shaarawy e Schick a supporto dell’unica punta Dzeko.

potrebbe interessarti ancheZaniolo : una mamma troppo social

Dopo un tentativo dalla lunga distanza del baby Zaniolo, è El Shaarawy, al 9′, a mettere la freccia, capitalizzando al meglio un assist di Nzonzi su errato rinvio di Sorrentino. Il “faraone” supera i diretti avversari, elude in dribbling l’uscita del portiere gialloblù per poi siglare il suo ottavo centro in questo torneo. Al 18′, invece, su passaggio filtrante di Karsdorp, è Dzeko ad avere la meglio su Hetemaj, centrando il bersaglio con una conclusione angolata che non ha lasciato scampo all’incolpevole Sorrentino. Gioia anche per l’attaccante bosniaco, al quinto gol in campionato.

Il Chievo prova a reagire e lo fa prima con un tiro dal limite dell’area da parte di Djordjevic, deviato sul fondo, successivamente è tempestivo Mirante a murare un tentativo da parte del centravanti serbo, su sponda aerea di Bani. Nella ripresa, non vi è molto da segnalare se non il gol del definitivo 0-3 realizzato da Kolarov, al 51′. Schick intercetta palla sulla metà campo per poi servire Dzeko, il quale effettua un assist per il terzino serbo che sfodera dal cilindro un fendente angolato su cui Sorrentino è costretto ad arrendersi. A seguire una traversa colpita da Dzeko, un palo di El Shaarawy, e Schick che abbandona il campo per un problema muscolare, mettendo in dubbio la sua presenza in vista del match di Champions contro il Porto.

potrebbe interessarti ancheRoma, Olsen da pacco a salvatore della patria: lo svedese migliore in campo con il Bologna

Il Chievo, invece, nonostante gli ingressi in campo degli ultimi arrivati, Piazon e Schelotto, appare incapace di reagire, propiziando scarsi sussulti dalle parti di Mirante. La Roma, quindi, senza soffrire e con autorevolezza, non fallisce l’appuntamento del “Bentegodi“, conquistando l’intera posta in palio, compiendo, così, un passo in avanti verso la corsa per la prossima edizione della Champions. I segnali forniti sono positivi. Ovviamente il Porto è di tutt’altra caratura rispetto alla compagine clivense, ma le potenzialità dei giallorossi sono indiscusse e se dovessero ripetere la performance sciorinata ieri sera, guardare con ottimismo verso i quarti di finale non rischia di essere mera utopia.

notizie sul temaFlop de “Le Iene”, il servizio su Nicolò Zaniolo non ha senso. Andava elogiato, altro che “Grande Fratello”Roma-Bologna 2-1 (Video Gol Serie A): Kolarov e Fazio regalano una vittoria sofferta da ChampionsRoma-Bologna: streaming e diretta tv. Serie a, oggi 18 febbraio
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: