Formazioni Parma-Inter: l’ex Biabiany in avanti con Gervinho e Inglese. Icardi supportato da Joao Mario e Perisic

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Cresce l’attesa per la sfida di questa sera, ore 20:30, valevole per la ventitreesima giornata di serie A. Ad affrontarsi al “Tardini” saranno Parma e Inter, in un match dall’importante posta in palio soprattutto per i nerazzurri. Dai vertici dirigenziali del club di Corso Vittorio Emanuele sono giunte parole rassicuranti nei confronti del tecnico Luciano Spalletti, soprattutto per bocca dell’amministratore delegato Beppe Marotta, ma indubbiamente urge una scossa dopo un avvio di 2019 tutt’altro che entusiasmante.

La Beneamata è attualmente terza in classifica a quota 40, distante appena due lunghezze dalla coppia Roma-Lazio. I nerazzurri sono reduci da due sconfitte consecutive contro Torino e Bologna, oltre dall’eliminazione in Coppa Italia ad opera della Lazio. Nelle prime tre gare di campionato dell’anno nuovo, l’Inter non ha realizzato nessun gol ed Icardi è a digiuno, in A, dal 15 dicembre scorso, quando dagli undici metri risolse la gara con l’Udinese. Addirittura su azione l’attaccante argentino non va a segno dall’11 dicembre, in occasione della sfida di Champions con il Psv Eindhoven. Lontano da “San Siro“, la banda guidata dal tecnico di Certaldo non ottiene l’intera posta in palio dal 29 dicembre, quando al “Castellani” di Empoli fu Keita a regalare una gioia ai nerazzurri, per il resto, come detto, un pareggio e due ko pesanti che hanno messo in discussione il futuro immediato di Spalletti.

potrebbe interessarti ancheCaso Icardi: l’argentino continua ad allenarsi da solo. Il suo futuro è sempre meno nerazzurro

Il Parma, invece, è galvanizzato dal pareggio per 3-3 di sabato scorso rimediato all'”Allianz Stadium” contro i campioni d’Italia in carica della Juventus. I gialloblù navigano al dodicesimo gradino con 29 punti all’attivo. La banda guidata da Roberto D’Aversa non vince a domicilio dal 25 novembre scorso, da lì in avanti due pareggi contro Chievo e Bologna ed altrettante sconfitte al cospetto di Roma e Spal. All’andata i ducali espugnarono “San Siro” grazie alla rete di Dimarco, in quella che rappresentò la prima delle cinque vittorie rimediate lontano da casa.

Dirottando le attenzioni sulle probabili formazioni che scenderanno in campo, D’Aversa si affiderà al consueto 4-3-3 con Sepe in porta, Iacoponi a destra, Gagliolo sul fronte opposto. Il duo centrale di difesa sarà formato da Bruno Alves e Bastoni. A centrocampo fiducia a Kucka, Scozzarella e Barillà, mentre in avanti l’ex Biabiany e Gervinho agiranno ai lati di Inglese.

potrebbe interessarti ancheInter, a volte ritornano: Perisic e Nainggolan regalano tre punti d’oro

Modulo a specchio per Luciano Spalletti: Handanovic tra i pali, Miranda e Skriniar coppia centrale di difesa, D’Ambrosio a destra, Asamoah a sinistra. A metà campo fiducia a Vecino, Brozovic e Nainggolan, mentre in attacco Icardi sarà affiancato da Perisic e Joao Mario. L’arbitro designato per dirigere il match è il signor Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia.

notizie sul temaZaniolo-show, il giovane fenomeno della Roma rimpianto anche della JuventusWanda Nara, lacrime in tv: “Icardi vuole restare all’Inter”Il punto di Cristallo: 24a giornata, la Juventus ipoteca il discorso scudetto, bagarre nelle retrovie
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,