Milan-Cagliari, Paqueta’ e Piatek: dal mercato di gennaio la spinta per arrivare in Champions

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

E’ tutto un altro Milan adesso. La compagine rossonera esprime un gioco convincente, armonico e può vantare individualità di spicco, su tutte quelle di Paqueta’ e Piatek, innesti giunti al capezzale di Gennaro Gattuso durante il mercato di gennaio. Il “diavolo“, quindi, dopo essersi imposto, senza particolari patemi, per 3-0 sul Cagliari, occupa il quarto gradino con 39 punti all’attivo, ultimo posto utile per accedere alla prossima edizione della Champions League, un punto più sù rispetto al gruppo composto da Atalanta, Lazio e Roma.

I rossoneri non perdono in campionato dallo scorso 22 dicembre, in occasione dello 0-1 casalingo contro la Fiorentina, da lì in avanti tre vittorie e tre pareggi, oltre al passaggio del turno in Coppa Italia, avendo eliminato il Napoli ai quarti di finale. L’unica nota stonata proveniente dal nuovo anno è il ko in finale di Supercoppa Italiana contro la Juventus, per il resto, “Ringhio” può coccolarsi un Piatek famelico, autore di 4 reti dopo appena 4 presenze con la nuova casacca rossonera e un Donnarumma stratosferico, autore di due prestazioni ravvicinate contro Roma e Cagliari da baluardo insuperabile.

potrebbe interessarti ancheBennacer-Milan: visite mediche in corso, a breve l’ufficialità

Più in generale, comunque, è tutta la squadra a destare un’ottima impressione: dalla difesa che ha subito la miseria di due gol nelle ultime sei sfide di campionato, al centrocampo che con Paqueta’, Bakayoko e Kessié pare abbia trovato una quadratura degna di nota. In attacco, invece, la partenza di Higuain è stata indolore in quanto l’arrivo di Piatek, ribattezzato da Gattuso con il nome di “RoboCop“, non stia affatto deludendo le premesse. La gara contro il Cagliari ha messo in evidenza un Milan in salute, consapevole delle proprie qualità e forte di ritrovate certezze.

La gara si sblocca al 13′ quando su tiro di Suso, la respinta di Cragno si infrange sul corpo di Ceppitelli, con la sfera che carambola oltre la linea di porta. Il raddoppio, invece, avviene al 22′ con Lucas Paqueta’ che di prima intenzione trafigge l’estremo difensore dei sardi, capitalizzando al meglio un assist dalla destra di Calabria. Per il numero 39 rossonero dedica speciale alle dieci giovani vittime del rogo avvenuto nel centro sportivo del Flamengo, club brasiliano in cui mosse i primi passi. Il Cagliari, invece, si è fatto notare attraverso un tentativo di Joao Pedro, murato da un vigile Donnarumma.

potrebbe interessarti ancheMilan tra l’ipotesi Demiral e l’alternativa Lovren in difesa: i dettagli

Nella ripresa è ancora il 99 rossonero ad ergersi sugli scudi murando Joao Pedro, il quale però, in un secondo tentativo, colpisce la traversa. Le speranze dei rossoblù si spengono definitivamente al 62′ quando il “pistoleroPiatek risolve un batti e ribatti in area, depositando la palla in fondo al sacco. Archiviato il successo al cospetto della banda guidata da Rolando Maran, il Milan getta lo sguardo al prossimo impegno in campionato, ovvero alla sfida di sabato sera con l’Atalanta, un match dall’elevata posta in palio, in cui riecheggerà come sottofondo la musichetta della Champions.

notizie sul temaMilan, per Demiral si apre uno spiraglio: la Juve valuta la posizione del turcoMilan, Correa costa caro! L’Atletico vuole 50 milioniAndre Silva lascia il ritiro del Milan: lo aspetta il Monaco
  •   
  •  
  •  
  •