Inter, dilemma Spalletti: Icardi o Lautaro Martinez con il Frosinone?

Pubblicato il autore: Laurapetringa Segui

 L’Inter è pronta a scendere in campo dopo il pareggio con l’Atalanta e dovrà affrontare il Frosinone ma a Spalletti resta una dura decisione. Lautaro Martinez infatti è tornato ad allenarsi con il gruppo. Nel periodo del grande strappo con Maurito, El Toro, questo il soprannome del giovane attaccante, si è occupato della squadra segnando e dimostrando tutta la sua personalità. Molto dipenderà anche dai prossimi giorni di allenamento, ma anche dopo Inter- Atalanta, Spalletti verso Icardi si è espresso così: “Perché Icardi deve fare bene, deve venire incontro e palleggiare di più – ha sottolineato il tecnico toscano -, deve correre per la squadra come fanno tutti gli attaccanti completi». Giocherà contro il  Frosinone se sarà al top pure De Vrij, parzialmente in gruppo da ieri. Ed è out, invece, Brozovic.

Spalletti, le ragioni per mantenere Icardi titolare

potrebbe interessarti anchePartite DAZN 25 maggio: nel pomeriggio Frosinone-Chievo, in serata Benevento-Cittadella e Barcellona-Valencia

Finora l’ex capitano nerazzurro è stato titolare sia contro il Genoa che contro l’Atalanta, ma con Lautaro fuori.Il 4- 0 con il Genoa, sembrava potessero rappresentare una cucitura allo strappo tra Spalletti e Icardi grazie al gol e assist di Maurito, ma non sembra essere così. Il Mister commentò“Magari non abbiamo la totalità del soggetto, però sicuramente un attaccante in più ”, facendo così presagire che al ritorno di Lautaro, il numero 9, sarebbe potuto stare in panchina. Ma come riporta il Corriere dello Sport, non è affatto scontato che Icardi possa essere messo titolare, anche se contro il Frosinone gli potrebbe essere concessa ancora fiducia. Questo perché non solo Martinez non sarebbe ancora al top della forma, ma sarebbe anche diffidato, ed il rischio di saltare partite decisive per la Champions come quelle contro la Roma o la Juve sarebbe altissimo.

Lautaro Martinez-Icardi insieme, tentazione per Spalletti

potrebbe interessarti ancheInter – Empoli, o la scossa o la vita

Io e Icardi possiamo giocare insieme nel modulo con mezza punta dietro al centravanti, lo abbiamo già fatto e mi sono trovato bene, Il numero sulle spalle serve per identificarti e io so cosa significa essere il 10 dell‘Inter. Sono stati mesi di adattamento. Ho cambiato Paese, squadra e campionato. Non ho fatto gli stessi minuti che facevo al Racing, ma mi sono sempre allenato per entrare bene quando mi toccava. Lavoro sempre per dare il massimo.” Così Lautaro a La Oral Deportiva

 

notizie sul temaLukaku-Inter: un binomio che vale Perisic più 30 milioniInter, niente Coppa America per Icardi: Scaloni preferisce Lautaro MartinezVolata Champions, l’Inter arranca: occhio ad Atalanta e Milan
  •   
  •  
  •  
  •