Milan-Juventus, ancora polemiche arbitrali

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Non c’è fine alle polemiche arbitrali in Italia, qualsiasi competizione essa si tratti. Milan-Juventus, seconda semifinale di Coppa Italia, a San Siro. L’arbitro Valeri di Roma, appare in totale confusione fin dall’inizio, tra ammonizioni ed espulsioni che decimano il Milan in vista del ritorno, ed un rigore dato alla Juventus, che come sempre porterà strascichi per un po’.

Minuto ’88, cross dalla destra, semi rovesciata di Cr7, Calabria salta ed impatta il tiro sul braccio in caduta. Lo stesso rigore che subì il Cagliari nella prima giornata contro il Brescia.
Grandi proteste, perché il difensore rossonero è girato, come De Vrij, ieri in Inter-Napoli sul rimpallo con il portiere nerazzurro Padelli su tiro di Zielinski.

Ma il Napoli non ebbe il calcio di rigore, la Juventus, sì. Secondo gli esperti, non c’era la massima punizione, ma sappiamo che ormai gli arbitri, il Var ed il sistema totale sono in confusione.

Ed oggi, ricordiamo, che la Figc ha proposto il richiamo del Var, agli arbitri durante le partite. Vale la pena? ci immaginiamo soltanto ancora più polemiche, in un momento in cui i direttori di gara italiani devono rivedere e ristudiare per bene protocolli, regole e tutto ciò che riguarda il mondo arbitrale del calcio italiano.

  •   
  •  
  •  
  •