Il Frosinone pensa all’azionariato popolare, il primo in Italia!

Pubblicato il autore: Jordan Cortina Segui

Grande successo per la campagna lanciata dal Frosinone Calcio per verificare l’esistenza o meno di un interesse dei tifosi ad investire nel club, una sorta di azionariato popolare che in Spagna funziona bene e che grandi società come Barcellona e Real Madrid hanno adottato da anni ma che in Italia non ha ancora fatto breccia. Il presidente Maurizio Stirpe vorrebbe essere il primo a lanciare il progetto e si è affidato ad un sondaggio, all’equity crowdfunding, per capire le reali intenzioni di quelli che potrebbero essere i futuri investitori, i tifosi. La campagna darebbe la possibilità ai sostenitori giallazzurri di acquistare azioni che sarebbero poi integrate con degli ulteriori servizi che verrebbero messi a disposizione della società. Tutti i fondi ricavati verrebbero poi reinvestiti per sostenere e sviluppare i progetti futuri del club di via Marittima di cui gli stessi sostenitori potrebbero poi beneficiare.
Al sondaggio hanno risposto in 630 e la maggior parte di coloro che ha compilato il questionario ha ritenuto la possibilità di investire nel Frosinone un aspetto intrigante e da tenere in seria considerazione: “Vorrei ringraziare tutti i numerosissimi tifosi che hanno risposto al sondaggio – ha detto al sito ufficiale del Frosinone Calcio il presidente Maurizio Stirpe – che sarà utile per comprendere l’intenzione ad investire nel futuro del nostro club“.
E’ stato lo stesso numero uno della società ciociara a snocciolare i numeri: “Hanno risposto 630 persone – ha ribadito nella nota ufficiale – delle quali oltre l’85% ritengono che investire nel Frosinone Calcio sarebbe una buona opportunità e il 60% ha dichiarato un forte interesse a farlo anche in breve tempo“.
Dati questi che rappresentano ancora una volta la volontà dei sostenitori ad essere vicini al progetto Frosinone che molte soddisfazioni ha regalato in questi ultimi anni. Il presidente Stirpe andrà dunque avanti nel percorso di cooperazione con i tifosi che diventeranno una parte sempre più importante del progetto. Le indicazioni emerse dal sondaggio sono positive e danno le basi affinché si possa percorrere la strada per arrivare a concretizzarlo. La campagna verrà lanciata molto probabilmente il prossimo mese di Ottobre, quando lo stadio Benito Stirpe sarà già terminato e la società avrà più tempo per elaborare il percorso operativo che possa condurre alla realizzazione dell’ambizioso progetto. Il Frosinone sarebbe il primo club in Italia a dare vita all’azionariato popolare che farebbe sentire i tifosi più coinvolti e potrebbe dare maggiore forza economica al club. Gli esempi all’estero sono tutti positivi in questo senso.
Prima c’è però da portare a termine la realizzazione del nuovo stadio e da completare l’allestimento della rosa che dovrà affrontare il prossimo campionato di Serie B. Con gli acquisti di Beghetto, Bardi, Maiello e Ciano, la strada è già ampiamente tracciata e sono pochissimi i movimenti da dover ancora fare. La speranza è quella ovviamente di non dover cedere nessuno e integrare solamente i punti più scoperti. Moreno Longo è piuttosto soddisfatto di quanto fino ad ora fatto dalla dirigenza e avrà l’opportunità da subito di poter lavorare con l’intera squadra già dal primo giorno di ritiro del Terminillo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: