L’Avellino sogna con Ardemagni-Morosini. A Cesena la prova del nove per Novellino

Pubblicato il autore: Antonio Guarini
avellino

Avellino, Novellino prepara il match con il Cesena

Avellino sogna con la nuova coppia del gol. Non può che esserci entusiasmo in casa biancoverde dopo il 5-1 rifilato sabato al Foggia di Stroppa. Il pubblico del Partenio Lombardi non si divertiva così da tempo immemore. Dopo una stagione piena di sofferenze come quelle dello scorso anno i tifosi dei lupi hanno voglia di gol e spettacolo. Con il Foggia ha brillato la nuova coppia gol Ardemagni-Morosini. L’ex bomber di Perugia e Cittadella ha già realizzato tre gol nelle prime tre giornate di campionato. Ardemagni è sempre più uomo squadra e idolo dei tifosi. Il bomber si sta giovando della preparazione svolta con mister Novellino. Anche il fresco di prolungamento di contratto sta portando i suoi benefici ad Ardemagni, come si sta vedendo in campo.

Grande protagonista del match contro gli uomini di Stroppa è stato Leonardo Morosini. Inseguito dai biancoverdi per tutta l’estate l’ex Brescia sta ripagando la fiducia di Taccone e Novellino. Tre gol segnati e la sensazione di avere ampi margini di miglioramento soprattutto dal punto di vista fisico. Morosini è arrivato a ridosso dell’inizio del campionato di serie B e deve ancora affinare la preparazione. Saggio Novellino a toglierlo contro il Foggia per risparmiargli fatica e qualche colpo proibito dei difensori pugliesi. I lupi sono attesi da un doppio confronto ravvicinato con il Cesena(venerdì al Manuzzi) e con il Venezia(lunedì al Partenio). Novellino dovrà essere bravo a gestire le forza della rosa a sua disposizione.

L’Avellino non è solo Morosini-Ardemagni. A Cesena la prova del nove

Non solo Ardemagni-Morosini. L’Avellino contro il Foggia ha fatto bella mostra di sé in tutti i reparti. Ottima la prova di Laverone-Falasco sugli esterni di difesa. Laverone è ormai una certezza. L’ex Salernitana copre e spinge con la stessa intensità, dai suoi cross sono già arrivati due gol per gli irpini. A centrocampo è piaciuto molto Di Tacchio. Uomo di lotta e di governo l’ex Pisa, ben affiancato dal sempreverde capitan D’Angelo. La forza delle squadre di Novellino è sugli esterni. Molina-Bidaoui sono stati una spina costante nella difesa del Foggia. I due esterni sono stati bravi sia in avanti, ma anche in fase di ripiegamento. Certo la brutta prova del Foggia ha agevolato il compito degli uomini di Novellino. Contro il Cesena di Camplone ci sarà da lottare. I bianconeri romagnoli sono reduci da una sconfitta immeritata sul campo della Ternana e in casa sanno trasformarsi.

Dal canto suo l’Avellino dovrà cercare i primi punti in trasferta di questo campionato. Ardemagni e compagni sono stati sconfitti lontano dal Partenio contro la Cremomese dell’ex Tesser. Una partita che poteva cambiare se il gol di Asencio fosse stato convalidato. Allo Zini i lupi hanno giocato un grande match ma non hanno raccolto punti. Se i biancoverdi dovessero cominciare a fare punti anche fuori casa allora i tifosi potrebbero davvero cominciare a sognare. La serie B è un campionato lungo e massacrante, la partenza dell’Avellino è stata buona, ma questo è solo l’inizio. Cesena dirà già a cosa possono ambire gli uomini di Novellino in questa stagione. Al loro fianco anche al Manuzzi non mancherà il sostegno di un pubblico che non vuole svegliarsi dal post Foggia.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •