Lecce-Catania: che duello!

Pubblicato il autore: Francesco Quattrone Segui


Stiamo entrando sempre più nel vivo del campionato di Serie C. Di certo non ci si annoia in tutti e tre i gironi. Spicca però il C, il cosiddetto “girone del Sud”, nel quale c’è sfida fino all’ultimo respiro per il ritorno in B. Stiamo parlando di due delle piazze più infuocate del meridione: il Lecce di Fabio Liverani e il Catania di Cristiano Lucarelli. Due squadre gloriose, due città passionali e dei tifosi che vivono di questi colori. Uno stesso obiettivo: la B da raggiungere; da qui alla fine sono tutte finali, non bisogna sbagliare un colpo. Per ora al comando ci sono i giallorossi (52 punti), dietro a rincorrere i rossoazzurri, a solo 4 lunghezze . Discorso, insomma, apertissimo in chiave promozione.

Lecce inarrestabile- La squadra di Liverani è una macchina perfetta. Non perde da 20 partite, un dato impressionante che fa ben sperare; l’unica sconfitta stagionale risale proprio al Massimino di Catania ( 3-0 il 9 settembre). Da lì in poi solo vittorie e qualche pareggio (14 vittorie e 6 pareggi). Un Lecce, rispetto agli altri anni in cui ha provato sempre a salire di categoria, diverso, con più fame e tanto entusiasmo intorno. Il merito di tutto questo va al suo tecnico, che è riuscito a creare un gruppo sodo: dove tutti sono indispensabili e danno il mille per mille sia in allenamento che in campo, non ci sono dunque i “pupilli”. La forza sta proprio in questo, e i risultati si vedono eccome. Grazie a lui il Lecce è cresciuto molto sotto l’aspetto mentale, nelle difficoltà appunto, è sempre riuscito a ululare: raddrizzando alcune partite è riuscito a portare a casa i tre punti, anche non giocando bene. Questi fattori sono significativi, perchè i campionati si vincono, così. Ora è il momento di confermare il tutto, si entra nel mese decisivo.

potrebbe interessarti ancheRisultati play off serie C: passano alla fase nazionale anche Feralpisalò, Viterbese e Sambenedettese

Catania non molla- Un destino contraddittorio quello di Cristiano Lucarelli. Ex giocatore giallorosso e amato dal pubblico, e ora è li a guidare il Catania per cercare la rimonta. Una rimonta che si è complicata sul più bello, possiamo dire: con le due sconfitte consecutive contro Sicula Leonzio in casa (1-2) e la trasferta di Reggio Calabria (2-1), gli etnei hanno perso così terreno dai giallorossi, abili a sfruttare al meglio questa situazione. Dopo un periodo opaco e con qualche critica, in cui il mister ha rischiato anche l’esonero, ora il Catania è ritornato sul binario giusto, e di certo non vuole mollare, anzi provarci fino alla fine. La strada è diventata un po’ in salita, ma non impossibile da percorrere. Si sa che nel calcio può succedere di tutto. Bisogna rimanere ancorati e aspettare il momento giusto, ma non dipende solo da te Catania! I tifosi catanesi sperano, Lucarelli proverà in tutti i modi a sgambettare il suo passato! Ricordiamo che i rossazzurri sono in vantaggio negli scontri diretti (3-0, 1-1).

potrebbe interessarti ancheSupercoppa Serie C, Livorno-Lecce: antipasto di B

Come cantava Johnny Dorelli: “Aggiungi un posto a tavola”, qui ce n’è solo uno…

notizie sul temaSupercoppa Serie C: cinquina del Padova al Livorno, che batosta per i toscaniSerie C, Matera da batticuore: vittoria con il Catania e playoff viciniLecce-Paganese 1-0. Armellino regala la Serie B ai salentini dopo 6 anni
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,