Pescara – L’analisi del momento no dei biancazzurri.

Pubblicato il autore: Mattia Di Battista Segui


Pescara in crisi. O almeno questo è quello che sembra dire il campionato nelle ultime sei partite, che hanno visto i biancazzurri trionfare una sola volta, vincendo 4-2 in casa contro il neopromosso Lecce, squadra rivelazione di questa prima parte di stagione.

La flessione dell’ultimo mese nel rendimento del Pescara.

Era lo scorso 5 novembre e il Pescara veniva da una sconfitta interna (1-0 contro il Cittadella) e un pareggio (1-1 sul campo del Cosenza) nelle due gare precedenti. Da allora, la squadra di Bepi Pillon ha subito una pesante sconfitta per 3-0 sul campo del Palermo, un pareggio 1-1 nel “derby dell’Adriatico” contro l’Ascoli (con questi ultimi rimasti in inferiorità numerica negli ultimi 20 minuti di gioco) e infine la sconfitta per 2-1 nel posticipo di lunedì a Perugia.

potrebbe interessarti ancheLecce-Ascoli 7-0 (Video Gol Serie B): marchigiani travolti dai salentini

Risultati che hanno lasciato l’amaro in bocca alla squadra e ai tifosi, soprattutto perché con qualche vittoria in più, la formazione abruzzese avrebbe potuto mantenere il primato in classifica allungando anche sulle dirette inseguitrici. Tra queste, il Palermo che ha scavalcato proprio il Pescara dopo la vittoria dello scontro diretto, ha avuto anch’esso una flessione ottenendo due pareggi nelle ultime due partite.

Il sorprendente inizio di stagione e il momento attuale in casa Pescara.

Nell’analizzare il momento attuale e in genere questa prima parte di campionato del Pescara va fatta una doverosa premessa: i biancazzurri, a differenza di altre squadre come lo stesso Palermo o Benevento Verona, non sono partiti con l’obiettivo di vincere il campionato ma di gravitare nelle posizioni nobili della classifica (ovvero zona play-off) e si sono trovati in cima dopo due mesi di campionato sorprendenti per qualità di gioco e solidità. Poi, però, nell’ultimo mese è arrivato un’inevitabile calo. La squadra sembra aver perso la freschezza che l’aveva contraddistinta, facendo più fatica sul piano offensivo e commettendo più errori in difesa.

potrebbe interessarti ancheLecce-Ascoli streaming Dazn e diretta TV Serie B, dove vedere il match oggi 23/03

Nell’ultima partita giocata lunedì contro il Perugia il Pescara ha palesato i limiti mostrati nell’ultimo periodo. Contro una squadra forse non tra le corazzate del campionato (anche se in un buon momento) gli uomini di Pillon hanno perso una partita che potevano almeno pareggiare, decisa dai gol di due ex pescaresi come Valerio Verre Norbert Gyömbér. La prima rete segnata da Verre è stata agevolata da un errore del portiere albanese Kastrati (titolare al posto di Fiorillo infortunato) mentre la seconda è nata sugli sviluppi di un corner per il Perugia, sul quale il difensore slovacco degli umbri non è stato ben marcato dal suo omologo Perrotta. I biancazzurri, invece, pur trovando il pareggio grazie ad una splendida rete di Filippo Melegonihanno fatto fatica a rendersi pericolosi in attacco e sono mancati di lucidità nell’assalto finale.
Il calendario, da qui fino alla sosta fino alla sosta di gennaio, offre quattro partite abbastanza ostiche: si comincia, venerdì 7 dicembre con la partita contro il Carpi, poi lunedì 17 il big match contro il Verona del pescarese Fabio Grosso, la sfida in casa contro il Venezia nel turno infrasettimanale del 27 dicembre e, infine a concludere l’anno solare, la trasferta di domenica 30 dicembre a Salerno contro la Salernitana.
La classifica, nonostante i risultati deludenti dell’ultimo periodo, rimane positiva. Il Palermo è sempre al comando della graduatoria ma dista di soli 3 punti. Occorre fare più punti possibili in questi ultimi quattro incontri del 2018. Poi ci sarà il mercato di riparazione con il quale puntellare la rosa dove ci sarà bisogno. Poi se son rose fioriranno.

notizie sul temaPartite DAZN 16-17 marzo: nel pomeriggio Serie B e Real Madrid, in serata Torino-BolognaPartite Serie B oggi 29.a giornata: Benevento-Spezia il clou, il programma dei matchScognamiglio risponde a Tutino, 1-1 nell’anticipo di B tra Pescara e Cosenza
  •   
  •  
  •  
  •