Finale di fuoco in serie B. Tutto da decidere (o quasi) a 90′ dal termine

Pubblicato il autore: Roberto Liggi Segui

Come spesso ci ha abituato, il campionato di serie B è pronto a riservare un finale thrilling con novanta minuti che decideranno il destino di molte squadre per la prossima stagione.

Partito in ritardo e con appena 19 squadre ai nastri di partenza, il torneo cadetto si è rivelato ancora una volta molto equilibrato e ricco di sorprese.
Una promozione diretta ancora da assegnare, una retrocessione da sancire e le griglie playoff e playout da stabilire nella 36ma giornata di serie B.

Lecce 63 / Palermo 62

Se il Brescia ha già festeggiato l’agognato ritorno nella massima serie, una fra Lecce e Palermo la seguirà sabato prossimo.

potrebbe interessarti ancheUFFICIALE: Pippo Inzaghi nuovo allenatore del Benevento

I salentini, attesi dallo Spezia al Via del mare possono festeggiare il doppio salto di categoria (l’anno scorso erano in serie C) solo battendo lo Spezia, o pareggiando ma sperando in un passo falso del Palermo in casa col Cittadella.
I rosanero quindi non sono padroni del loro destino, dovendo battere il Cittadella a sua volta impegnato nella corsa playoff, ma anche sperare che il Lecce non vinca.
In caso contrario anche quest’anno saranno playoff di serie B.

Benevento 57 / Pescara 52 / Spezia 51 / Cittadella 50 / Cremonese e Verona 49 / Perugia 47

Playoff a cui è sicuro di partecipare il Benevento che ormai saldamente al quarto posto, farà visita al Brescia ormai in piena festa promozione.
Un piede dentro ce l’ha anche il Pescara, chiamato però a ottenere la matematica certezza contro una Salernitana alla disperata caccia di punti per evitare le sabbie mobili dei playout.
Per i restanti tre posti sono ben cinque le squadre impegnate e moltissime le combinazioni possibili: allo Spezia, chiamato a rovinare la festa promozione del Lecce, potrebbe bastare un pareggio, cosi come al Cittadella di scena a Palermo.
Il Verona deve solo vincere contro un disperato Foggia al Bentegodi per poter sperare.

Interessantissimo sarà lo spareggio al Renato Curi fra Perugia e Cremonese con gli umbri che, attesi domani dal posticipo a Foggia, potrebbero in caso di vittoria a Foggia e poi successo con la Cremonese assicurarsi un posto negli spareggi.
Ma non è impossibile nemmeno un arrivo a pari punti al sesto posto tra più squadre: in tal caso sarà la classifica avulsa a decidere.

potrebbe interessarti ancheLa prossima Serie B al via il 24 agosto. Ecco tutte le cose da sapere

Non meno intricata la situazione in coda.

Crotone 40 / Livorno e Salernitana 38 / Venezia 35 / Foggia 34

Sancite le retrocessioni di Padova e Carpi in serie C, la terza indicata a salutare la serie B al momento sarebbe il Foggia, atteso però dalle gare contro Perugia e Verona che potrebbero addirittura garantirgli la salvezza.

La prima squadra a rimetterci sarebbe il Venezia, ora quartultimo, che deve assolutamente fare punti a Carpi per non rischiare il terzultimo posto. Idem dicasi per la Salernitana, a quota 38, chiamata a un successo a Pescara.
Obiettivo dei granata sarebbe il controsorpasso ai danni del Livorno, impegnato a Padova in casa della squadra appena retrocessa.
E tranquillo non può dirsi nemmeno il Crotone, che appena due punti più sopra della coppia Livorno-Salernitana deve battere l’Ascoli per festeggiare la permanenza in serie B.
In caso contrario, rischierebbe di dover disputare lo spareggio salvezza presumibilmente contro il Venezia o il Foggia.

notizie sul temaStorie di calcio: il Lecce di ZemanMercato Juve: obbiettivi Chiesa e IcardiMezza serie A su Ciccio Caputo: quando i bomber della B si confermano in massima serie
  •   
  •  
  •  
  •