Roma, Emery in cima alla lista di Monchi. Ma il tecnico spagnolo allontana le voci

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui
Roma, Emery

Roma, Emery è il favorito per la panchina giallorossa. Il tecnico, però, allontana per il momento le voci di mercato 

I tifosi giallorossi questa mattina si sono svegliati con il titolone del Corriere dello Sport: Emery alla Roma. Il tecnico spagnolo sarebbe stato scelto dal futuro direttore sportivo Monchi (che si insedierà la settimana prossima, a pochi giorni dal derby), con il quale ha alzato al cielo tre Europa League a Siviglia. L’offerta sarebbe di quelle importanti, da top club: 4,5 milioni di euro per tre stagioni. Un contratto, per quanto riguarda la durata, in linea con quello che avrebbe firmato Monchi e l’idea di riproporre a Roma il periodo sevillista. Il condizionale, però, è d’obbligo, soprattutto in questo periodo ricco di impegni e con la stagione entrata nel momento chiave. E a gettare acqua sul fuoco ci ha pensato proprio il mister di Hondarribia, che in conferenza stampa alla vigilia della sfida fondamentale del suo Paris Saint-Germain contro il Montpellier ha spiegato ai cronisti la sua situazione: “Io alla Roma? Non sono sul mercato. Sono sotto contratto con il Paris Saint-Germain anche per la prossima stagione. Voglio restituire e sfruttare la fiducia che mi ha dato il presidente. Non è vero che ho firmato accordi altrove, la mia testa è concentrata al massimo sul campionato e sulla Coppa di Francia.” Quindi Emery allontana le voci che lo vorrebbero in procinto di passare in giallorosso. Il punto è che proprio la dirigenza parigina potrebbe liberarlo, anche in caso di vittoria della Ligue 1. Troppo pesante la sconfitta negli ottavi di Champions League contro il Barcellona. A quel punto, in caso di esonero, Emery sarebbe libero di approdare nella Capitale.

Roma, Emery allontana le voci…per ora. Ecco con chi si contende la panchina giallorossa

Non solo Unai Emery per la panchina giallorossa, che resterà libera dopo il probabilissimo addio di Luciano Spalletti al termine della stagione. Il sogno di Franco Baldini è portare a Roma Maurizio Sarri: il tecnico del Napoli, però, starebbe ricucendo il rapporto con il presidente De Laurentiis dopo la discussione in diretta tv nel post partita della sfida di Champions con il Real. Molto dipenderà da come si concluderà la stagione: qualora i partenopei arrivassero secondi, proprio davanti alla Roma, la permanenza all’ombra del Vesuvio sarebbe pressoché certa. Il nome nuovo è quello di Laurent Blanc, sostituito a Parigi proprio da Emery e al momento senza panchina: il francese, vicino alla Roma nell’estate del 2013, è un profilo internazionale ma al momento resta indietro rispetto allo spagnolo e allo stesso Sarri. Sullo sfondo rimane sempre la sagoma di Roberto Mancini: il tecnico di Jesi è libero e vive proprio nella Capitale e non ha mai nascosto di essere affascinato dalla panchina giallorossa, nonostante i suoi trascorsi sull’altra sponda del Tevere. Sembra essere tramontata definitivamente l’idea Vincenzo Montella, confermato dalla nuova proprietà del Milan pochi giorni fa. Di Francesco è un profilo che piace sempre ma a detta del presidente Squinzi rimarrà ancora al Sassuolo. A breve, comunque, sarà il neo direttore sportivo Monchi a fare chiarezza su chi siederà dal prossimo luglio sulla panchina della Roma.

  •   
  •  
  •  
  •