Addio Roma, Salah al Liverpool è ufficiale. L’egiziano passa ai Reds

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
infortunio Salah

Salah Liverpool, accordo raggiunto con la Roma

Mohamed Salah è un nuovo giocatore del Liverpool. Anche se il nuovo contratto del giocatore egiziano con il club inglese potrà essere depositato soltanto a partire dal prossimo primo luglio, l’affare con i Reds è ormai cosa fatta. A confermare il buon esito della trattativa, dopo la fine delle visite mediche cui l’egiziano è stato sottoposto ieri, è stato lo stesso club inglese che mette a segno un importante colpo di mercato per la prossima stagione. Sorride anche la Roma ( che comunque perde un giocatore molto importante)  che dalla cessione di Salah al Liverpool incasserà 42 milioni di euro più altri 8 di bonus che potranno arrivare nelle casse giallorosse a seguito del raggiungimento da parte del club inglese e del giocatore di particolari risultati sportivi.

L’egiziano indosserà la maglia numero 11 e potrà presto confrontarsi in un campionato molto diverso rispetto alla Serie A e dove i maggiori spazi concessi dalle retroguardie inglesi esalteranno ancora di più le sue caratteristiche tecniche. La Roma adesso dovrà concentrarsi sul mercato e dovrà andare alla ricerca di un sostituto di Salah: il nome più gettonato sembra essere quello di Domenico Berardi, attaccante del Sassuolo che avrebbe espresso il proprio gradimento per un eventuale trasferimento nella Capitale.

Intanto Salah ha rilasciato al sito ufficiale del Liverpool le prime dichiarazioni da nuovo giocatore dei Reds mentre il suo procuratore  Ramy Abbas su Twitter ha ringraziato la Roma. “Sono davvero felice di essere qui: darò tutto, il 100% per il club. Ho davvero molta voglia di vincere qualcosa con questa maglia – spiega Momo –  Abbiamo una grande squadra, con molti buoni giocatori: ho visto le gare dello scorso anno e tutti hanno dato il 100% per vincere. Tutti, poi, possono vedere quanto metta in campo l’allenatore. Spero di vedere che tutti insieme potremo dare tutto per vincere qualcosa, per il club, i tifosi e noi stessi”

  •   
  •  
  •  
  •