Cristiano Ronaldo, futuro nel “passato”. Per gli inglesi CR7 vuole il Manchester United

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
cristiano ronaldo

Cristiano Ronaldo, futuro allo United?

Tiene banco in Spagna il caso Cristiano Ronaldo. In seguito alle dichiarazioni del giocatore portoghese su un possibile addio al Real Madrid dovuto all’indagine del fisco spagnolo nei suoi confronti, si infittiscono sempre di più le indiscrezioni sul futuro di Cr7.  La storia d’amore con i Blancos sembra sul serio essere arrivata al capolinea e con Cristiano Ronaldo sul mercato i più ricchi club d’Europa sognano il colpaccio dell’estate 2017.

In realtà, vista la valutazione del giocatore e le richieste del Real Madrid, sono poche le società che potrebbero permettersi Cristiano Ronaldo il cui trasferimento potrebbe generare un vorticoso giro di milioni di euro. Il futuro del portoghese, quindi, rimane in bilico anche se alcune indiscrezioni che sono arrivate dall’Inghilterra danno l’attaccante molto affascinato dalla possibilità di tornare al Manchester United, club che lo ha lanciò alla ribalta internazionale. La clamorosa notizia è stata riportata dal Sun, secondo cui Cristiano Ronaldo avrebbe detto al suo agente, Jorge Mendes, di riportarlo all’Old Trafford, stadio che conosce bene per averci giocato per sei stagioni. Ai Red Devils ritroverebbe il connazionale José Mourinho,  che ha allenato Ronaldo proprio a Madrid dal 2010 al 2013.   Da parte sua lo United, secondo il Mirror, avrebbe pronta un’offerta alle merengues di 175 milioni di sterline ( oltre 200 milioni di euro) più De Gea per avere il portoghese.

Si preannuncia quindi un’estate bollente lungo l’asse Manchester – Madrid con il possibile inserimento del Paris Saint Germain che potrebbe ulteriormente far alzare la quotazione di Cristiano Ronaldo. Le richieste del Real Madrid finora sono state “spropositate”, senza dimenticare i costi legati all’ingaggio del portoghese che potrebbero toccare i 200 milioni di euro spalmati su più anni.
Il faccia a faccia tra Cristiano Ronaldo ed il presidente del Real Madrid Florentino Perez andrà in scena una volta conclusa la Confederations Cup. Da quel summit si capirà, forse definitivamente, quale sarà il futuro del giocatore più forte del mondo.

  •   
  •  
  •  
  •