Juventus, Schick: “Probabile addio alla Samp. Juve? accordo vicino”

Pubblicato il autore: Alberto De Venuto
calciomercato juventus

Calciomercato Juventus, Schick sempre più vicino

Il futuro di Patrik Schick sembra ormai essere alla Juventus. Il talento ceco, che tanto bene ha fatto in questa sua prima stagione in Italia, è pronto a lasciare la Sampdoria per approdare a Torino. I 13 gol e le sue giocate hanno attirato l’interesse dei più grandi club europei. La sua clausola rescissoria, appetibile per molte società, è una grande opportunità per strappare alla concorrenza un futuro crack. 25 milioni di euro per un’attaccante classe ’96, viste le cifre esorbitanti che circolano attualmente, sono fin pochi e la Juventus, senza tentennamenti, si è dimostrata lungimirante, ancora una volta, rispetto a molti altri club. Infatti è da diversi giorni che si parla di un accordo ormai vicinissimo, se non già stipulato, tra il bomber blucerchiato e la società bianconera.

Ulteriori indizi arrivano direttamente dal calciatore, che ai microfoni di sport.blesk.cz, ha lasciato intendere come il suo futuro sia lontano dalla Sampdoria e sempre più prossimo alla Juventus:  “Non posso dire niente. Ne parleremo più avanti. Con la Juventus potrebbe esserci un accordo prima del match con la Norvegia, ma è difficile da dire. Tutto è in fase di negoziazione, ci sono ancora altre opzioni, non so ancora nulla di definitivo. Ma probabilmente potrebbe esserci un addio, visto l’interesse di molti club”. Parole molto importanti, quanto eloquenti su quali siano le intenzioni di Schick. Dopo una sola stagione in blucerchiato, la voglia di misurarsi subito in una realtà molto più competitiva è forte e la dice lunga sulla personalità di questo giovane attaccante. Infatti dalla sue parole emerge una sicurezza nelle proprie qualità, tecniche ma anche e soprattutto mentali, rare a questa età.

Schick non è per nulla intimorito di dover, probabilmente, partire dietro, nelle gerarchie di Allegri, a mostri sacri come Higuain, Dybala e Mandzukic. Insomma un giocatore da grande squadra, da Juventus ed un futuro da predestinato. Come un altro grande giocatore che ha vestito la maglia bianconera, e che è stato avvicinato per età e qualità, da Pavel Nedved, proprio al giovane attaccante ceco. Quel Zlatan Ibrahimovic che alla Juve ha iniziato, dopo aver lasciato l’Ajax, a confrontarsi col grande calcio. Schick, a tal proposito, non nasconde che il suo modello, da piccolo, fosse proprio il fuoriclasse svedese: “Devo dire che Zlatan è stato il mio modello di infanzia, ma di Ibrahimovic ce n’è uno solo. Ho vent’anni e credo che posso ancora migliorare da qui in avanti. Vedremo. Cerco di essere sempre lo stesso, voglio migliorarmi continuamente”.

Infine, Schick ha parlato della sua prima, e molto probabilmente ultima, stagione in blucerchiato:  “Quando mi sono trasferito alla Sampdoria, sono andato lì con la voglia di dimostrare il mio valore e voglio andare avanti. Mi sono trovato bene fin dall’inizio e sono contento che siamo riusciti a raggiungere gli obiettivi”. 

Nonostante la sconfitta nella finale di Champions League, i tifosi bianconeri potranno contare in un futuro importante e prolifico. La società ha e sta allestendo un organico sempre più forte, ma sta anche dimostrando di dare grande importanza al mercato dei giovani talenti futuri. Dopo Caldara, anche Schick è pronto a far parte della Juventus del futuro.

 

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •