Morata al Milan finanzia Mbappe al Real Madrid. I rossoneri insistono e Alvaro ci ripensa

Pubblicato il autore: Antonio Guarini
Morata

Morata, ritorno di fiamma con il Milan?

Morata-Milan, ritorno di fiamma. Dopo oltre un mese e mezzo ecco che Alvaro Morata torna ad essere in pole position per l’attacco rossonero. Dopo le frasi rilasciate nel dopo Cardiff:”Molto difficile il mio ritorno in Italia, ho molto rispetto per la Juventus”, tante cose sono cambiate. Morata sembrava diretto al Manchester United, ma poi i Red Devils hanno preferito puntare su Lukaku. L’attaccante spagnolo vuole lasciare Madrid, ma i blancos vogliono 90 milioni di euro. Una cifra inavvicinabile anche per il Milan spendaccione di questa estate di mercato rossonera. Morata era, e forse è ancora, la prima scelta per l’attacco di Montella. Dopo il mancato trasferimento in Premier League ora Fassone e Mirabelli sono pronti per tornare alla carica per l’ex juventino. Il Milan avrebbe pronta un’offerta di 10 milioni netti l’ano per convincere Morata a vestirsi di rossonero. Un affare alla Bonucci, proprio il neo difensore milanista avrebbe già chiamato l’ex compagno per esortarlo ad andare al Milan. I rossoneri, impegnati nella tourneè cinese, non hanno fretta. Il grosso del mercato è stato compiuto, ora manca solo la ciliegina sulla torta.
La cessione di Morata permetterebbe al Real Madrid di concentrarsi su Kylian Mbappè, gioiello del Monaco. I francesi per il proprio talento vogliono almeno 100 milioni di euro. Il Real dunque ha bisogno di cedere Morata per tentare l’assalto a Mbappè. Se Morata resta a Madrid ci sarebbe un notevole sovraffollamento in attacco e quindi Mbappè resterebbe solo un sogno per Florentino Perez e Zidane.

Milan, ecco le alternative a Morata

Le alternative a Morata. Non c’è solo l’attaccante spagnolo come candidato a futuro attaccante del Milan. Fassone e Mirabelli non mollano le piste Belotti e Aubameyang. Nomi altisonanti, costosi, ma non irraggiungibili. Per quanto riguarda il Gallo i rossoneri avrebbero già un accordo di massima con lui. Questo fatto avrebbe indispettito non poco il Torino, che non si muove dalla sua prima richiesta di 80 milioni di euro cash. I rossoneri sono fermi ad un’offerta che prevede 40 milioni più Paletta e Niang, troppo poco per Cairo. Un affare che però resta apertissimo, tanto che  Belotti non ha neanche posato per le foto di presentazione delle nuove maglie del Torino. Belotti-Milan, potrebbe essere il colpo dell’estate del calcio europeo, il diavolo non è ancora sazio.

Altro tavolo aperto per l’attacco del Milan è quello che riguarda Pierre Emerick Aubameyang. Il Borussia Dortmund ha già dato una sorta di ultimatum al suo giocatore, o parte entro pochi giorni o resta in Germania. Le richieste contrattuali di Aubameyang sono faraoniche, 12 milioni l’anno. Il Milan ha però un altro asso nella manica, Nikola Kalinic. Il centravanti croato ha rotto con la Fiorentina e vuole solo i rossoneri. Kalinic ha anche un vantaggio non trascurabile, costa meno degli altri papabili per l’attacco di Montella. L’allenatore rossonero comunque si sfrega le mani, il mercato del Milan gli regalerà ancora un grosso colpo.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •