Mercato Inter, è stato un flop ?

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

L’ultimo giorno di calciomercato estivo   ha aggiunto alla rosa interista il promettente francese Yann Karamoh e ha visto in serata il completarsi delle cessioni in prestito di Gabriel Barbosa al Benfica e Ansaldi al Torino in prestito con obbligo di riscatto . Era un mercato dalle grandi aspettative per i tifosi interisti in virtù della notevole disponibilità economica del gruppo cinese Suning e delle decine di grandi calciatori attribuiti ogni giorno dai media. Alla fine sono arrivati giocatori non dai nomi altisonanti ma funzionali al completamento di una rosa che ha espresso solo un minimo delle proprie potenzialità nella scorsa travagliata stagione . Le basi sicuramente poggiano sulla conferma di Ivan Perisic ,vero top player per la Serie A e l’ingaggio del tecnico toscano Spalletti , un valore aggiunto per le sue conoscenze tecnico-tattiche e le sue doti di leadership nello spogliatoio così come intravisto nelle prime due giornate di serie A .

potrebbe interessarti ancheVolata Champions, l’Inter arranca: occhio ad Atalanta e Milan

Si può parlare di mercato flop o  inaspettatamente top ?  Skriniar , centrale slovacco classe 1995, si sta integrando  alla perfezione nei meccanismi difensivi della squadra e in coppia con Miranda garantisce una sicurezza sulle palle alte nonchè un senso dell’anticipo non indifferente vista l’imponente stazza fisica . Dalbert e Joao Cancelo sono due terzini fluidificanti dotati di tecnica , velocità e dinamismo che ,una volta migliorati nelle loro capacitá difensive , potranno garantire una notevole proiezione offensiva su entrambe le fasce e soprattutto offrono caratteristiche differenti rispetto agli altri terzini in rosa spesso criticati dal pubblico di San Siro . Borja Valero, trentaduenne spagnolo, dopo sei anni alla Fiorentina ha finalmente abbracciato il tecnico di Certaldo ,suo grande estimatore: è un giocatore di grande esperienza, personalitá e costituisce il vero e proprio ago della bilancia del mercato interista poiché da lui si ci aspettano ruoli di cervello in campo e anima dello spogliatoio che mancano dai tempi del “cuchu” Cambiasso .  Matías Vecino , centrocampista uruguaiano acquistato anche lui dalla squadra viola per 24 milioni di euro , è un elemento completo , capace di giocare in più ruoli e con doti notevoli di corsa , inserimento e anche un discreto tiro dalla distanza . Yann Karamoh è l’ultimo tassello che va a completare l’attacco  in seguito alle partenze last minute di Jovetic e Gabigol  ed è un’ ala destra francese considerata molto promettente in patria nonchè l’Under 20 con più presenze nella scorsa stagione nei maggiori campionati europei . Mancano probabilmente un difensore centrale di livello come prima riserva  e un vice Icardi per completare una rosa che al risulta davvero  di ottimo livello .

potrebbe interessarti ancheInter, Wanda Nara insulta Adani dopo la sconfitta con il Napoli

L’acquisto di top players internazionali è rimandato alle prossime finestre di mercato e molto dipenderá se termineranno le restrizioni del governo cinese agli investimenti esteri o se la squadra raggiungerà finalmente dopo 7 anni la qualificazione in Champions League così da aumentare considerevolmente i ricavi in bilancio e rispettare il fairplay finanziario . I tifosi interisti speravano in grandi colpi e sono rimasti per buona parte delusi dalla campagna acquisti . Sono  mancate comunicazione e chiarezza circa le reali intenzioni di Suning in questa finestra di calciomercato ma Sabatini e Ausilio hanno evitato gli errori del passato comprando giocatori funzionali al progetto e al gioco di Spalletti  . Le prime due giornate di campionato con sei punti contro Fiorentina e Roma  fanno  ben sperare per il raggiungimento dei primi quattro posti , obiettivo vitale per la stagione interista .

notizie sul temaNapoli-Inter streaming gratis e diretta tv Serie A, dove vedere il match oggi dalle 20.30Inter, Marotta conferma Spalletti:”Le voci su Conte infastidiscono”Allegri tra passato, presente e futuro: una notizia che non può lasciare niente invariato
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: