Milan Belotti, Torino irritato per le parole di Mirabelli. Scuse di Fassone

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui


Era già successo in occasione dell’acquisto di Kalinic da parte del Milan questa estate. Durante la presentazione del neo attaccante croato sui social come da rituale estivo per ogni acquisto del nuovo Milan, Mirabelli in quell’occasione si era lasciato sfuggire un “E adesso segna altrimenti ti rimandiamo là.” Quel “là” aveva suscitato le ire della Fiorentina, dato che il giocatore proveniva dai Viola. Magari Mirabelli non lo aveva fatto con questa intenzione, ma seguendo la logica del discorso sembrava proprio che fosse riferito ai fiorentini. Ciò aveva costretto Fassone alle scuse e al chiarimento.

Oggi è capitato nuovamente. Di mezzo c’è sempre Mirabelli, ma in questo caso non si tratta di Kalinic bensì di un altro attaccante inseguito tanto dal Milan ma non ancora giunto alla corte rossonera. Stiamo parlando del bomber Andrea Belotti del Torino. Il giocatore è stato corteggiato a lungo dal Milan in estate, senza poi riuscire a concludere la trattativa. Mirabelli nei giorni scorsi è tornato a parlare del gallo, affermando che “Abbiamo cercato di portarlo a Milano, è stata una cosa abbastanza difficile per diversi motivi, ma è un giocatore forte ed è un tifoso milanista e chi lo sa, magari un giorno potrà indossare la maglia che sogna da bambino”. Questa dichiarazione ha scatenato l’ira della dirigenza del Torino e ha costretto Fassone a chiedere nuovamente scusa stando, almeno, a quanto ha rivelato Tuttosport.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •