Calciomercato Juve: il centrocampo tra presente e futuro

Pubblicato il autore: Carlo Servadei Segui

La Juve è pronta a rituffarsi in campionato per inseguire il Napoli capolista impegnato nel posticipo serale del sabato contro il Milan. I bianconeri andranno in scena a Marassi contro la Sampdoria, una delle squadre più in forma del campionato. Una Juventus che vuole continuare a vincere per continuare il proprio dominio bianconero e per farlo occorrerà rinforzare la squadra. Ad oggi il centrocampo della Juventus è uno dei più forti e dei più completi. Centrocampo col giusto mix di qualità e quantità.

potrebbe interessarti ancheIcardi, un mal di pancia per colpa di…Wanda

Sei uomini su cui Massimiliano Allegri può fare completo affidamento. Il primo è Claudio Marchisio, vera e propria bandiera bianconera. Il “principino” rientra dall’infortunio e sta man mano salendo di condizione. Qualità, ordine e personalità lo rendono un centrocampista perfetto per essere affiancato a Khedira.
Il tedesco è uno dei giocatori con il più alto tasso di intelligenza calcistica. La sua sapienza tattica e la facilità di inserimento lo rendono un uomo indispensabile all’interno del rettangolo di gioco e già decisivo con i suoi gol in questa stagione. (tripletta ad Udine contro l’Udinese) Blaise Matuidi, accolto con non troppa euforia ha saputo ritagliarsi uno spazio importante anche grazie ai lunghi tempi di recupero degli infortunati. Fisicità e tanta grinta per il Francese ex PSG nonché gran ruba-palloni.

La sorpresa è l’uruguaiano Rodrigo Bentancur. Il giovanissimo (20 anni) è stato schierato da Allegri più volte nel corso della stagione anche da titolare, addirittura contro il Barcellona. A parte qualche piccola ingenuità di gioventù si è distinto per doti tecniche e personalità con grandissimi margini di miglioramento. Il futuro può essere solo suo.
Stefano Sturaro, fra tutti il vero jolly di questa squadra sempre utile e duttile viste le sue prestazione anche da terzino. Quando Allegri chiama lui risponde sempre presente. Infine c’è lui, l’uomo che quando non è presente in campo se ne sente l’assenza, ovvero, Miralem Pjanic. Il bosniaco è il faro di questa squadra, con i suoi passaggi e abilità di palleggio guida la squadra per mano iniziando l’azione offensiva e vero killer su i calci piazzati.

potrebbe interessarti ancheJuventus, l’Atletico Madrid provoca Cristiano Ronaldo: “Un giocatore come un altro”

La Juventus per migliorare sa che deve acquistare solo giocatori di qualità in grado di alzare il tasso tecnico della squadra e non comprare tanto per me. A tal proposito sul taccuino dei dirigenti bianconeri ci sono due nomi importanti. Il primo è quello di Emre Can, oggetto del desiderio del mercato bianconero e un’opportunità ghiotta visto che il tedesco di origini turca si libererà a zero. L’altro nome forte è quello di un altro tedesco, Leon Goretzka dello Schalke, anche egli in scadenza di contratto e pronto per liberarsi a zero. Su entrambi i giocatori ovviamente c’è anche la concorrenza di ricchi club come Manchester City e Bayern Monaco. Ci sarà da battagliare per assicurarsi almeno uno dei due. Trattative complicate ma non impossibili come quella che la Juventus potrebbe imbastire per Milinkovic-Savic della Lazio. Insomma, la Juventus ha le idee chiare sul mercato. Giocatori giovani ma già in orbita per diventare campioni, forti fisicamente, di qualità e con capacità di inserimento. I bianconeri sono pronti a dare battaglia per rendere la propria rosa ancora più forte

notizie sul temaAtletico Madrid-Juventus, c’è un precedente favorevole ai “colchoneros”Juventus, testa al mercato: Paratici e l’assalto all’Ajax per la conquista di De LigtSorteggio Champions League – Focus sulle avversarie di Juventus e Roma agli ottavi
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: