Mercato Milan: Calhanoglu e André Silva possono essere ceduti già a gennaio

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui


Mercato Milan, rivoluzione a gennaio?
Nei prossimi giorni si sapranno le decisioni dell’Uefa sul Voluntary agreement presentato da Marco Fassone. I segnali sono negativi, quindi i rossoneri dovranno ricorrere al Settlement Agreement, con limitazioni sulla rosa e sugli ingaggi. Lo stesso Fassone qualche giorno fa aveva rivelati di aver fatto un paio di errori sul mercato e di voler rimediare già a gennaio. I due destinatari di questa critica sembrano essere Hakan Calhanoglu e André Silva. Il turco avrebbe faticato molto ad ambientarsi, con difficoltà anche con l’italiano. L’ex Bayer Leverkusen ha accusato anche diversi infortuni e non ha ancora trovato la giusta collocazione tattica nel Milan. André Silva ha segnao 8 gol in Europa League, ma zero in campionato. Il portoghese è stato pagato 38 milioni di euro al Porto, cifra notevole per chi fosse interessato a lui. André Silva è apparso svogliato contro il Rijeka, il portoghese sa che deve giocare e segnare per non perdere il posto da titolare in nazionale.

Gattuso sembra ormai intenzionato a tornare al 4-3-3, lo schema della scorsa stagione. Uno schieramento che potrebbe penalizzare i due giocatori. Calhanoglu ha dimostrato di faticare sia da mezzala che da esterno d’attacco, André Silva si giocherebbe l’unico posto con Kalinic e Cutrone. Almeno uno dei due potrebbe essere ceduto per poi reinvestire soldi per un esterno. Un ruolo scoperto, se davvero Gattuso dovesse decidere di insistere sul 4-3-3. Il nuovo Milan sta tornando all’antico, Calhanoglu-André Silva sembrano già di troppo a Milanello.

potrebbe interessarti ancheSerie A, la classifica dei tifosi di tutte le squadre: la Juventus domina con 9 milioni, l’Inter supera il Milan

Mercato Milan, coperta corta sugli esterni per Gattuso

Mercato Milan, Jankto e un esterno a gennaio? Ritorno al passato, queste le indicazioni che emergono da Gattuso per il futuro prossimo del Milan. Ringhio sembra voler accantonare la difesa a tre per tornare al 4-3-3. Lo schema  che era stato punto di riferimento per il Montella nella passata stagione. I rossoneri hanno bisogno di certezze in questo momento, tornare al passato potrebbe essere una buona idea. Con il Bologna mancherà Romagnoli, quindi uno tra Musacchio e Zapata affiancherà capitan Bonucci. L’argentino sembra favorito, anche perché lui ha sempre mal digerito la linea a tre. Uno tra Calabria/Abate a destra, con Rodriguez a sinistra. Kessiè-Montolivo o Biglia- Bonaventura a centrocampo e Suso-Kalinic-Borini in avanti. L’ennesimo nuovo Milan è pronto, si spera che possa essere anche vincente.

potrebbe interessarti ancheInter-Milan Serie A Femminile streaming e diretta tv Sky, dove vedere il match 13 ottobre ore 15

Mercato Milan, ecco cosa serve a Gattuso. Se il cambio di modulo dovesse avere i risultati sperati allora Fassone-Mirabelli dovranno necessariamente tornare sul mercato a gennaio. Per il 4-3-3 al Milan servono una mezzala e un esterno. Per il centrocampo potrebbe tornare d’attualità la pista Jankto. Il centrocampista dell’Udinese era già stato cercato a fine mercato estivo. Il suo arrivo consentirebbe a Bonaventura di giocare stabilmente sull’esterno di sinistra. E’ proprio sulle ali che il Milan potrebbe avere la coperta corta. Oltre a Bonaventura e Suso, ci sarebbe solo Borini che è un esterno adattato. Quindi c’è bisogno di intervenire, magari con un colpo geniale alla Deulofeu come l’anno passato. La rivoluzione estiva non ha dato i frutti sperati, a gennaio non si può più sbagliare.

notizie sul temaSerie A in pausa: la situazione dopo 7 giornateIbrahimovic: “La Serie A è la Juventus, al Milan servono investimenti importanti”Milan: esonerato Marco Giampaolo, domani primo allenamento di Pioli
  •   
  •  
  •  
  •