Calciomercato, l’addio di Conte al Chelsea apre il valzer degli allenatori. Ecco i possibili cambi di panchina

Pubblicato il autore: Pio.Maggio Segui


Siamo solo a gennaio ma già fremono i preparativi per la prossima stagione, con possibili cambi in panchina che rischiano di innescare un effetto domino incontrollato con conseguenze sconvolgenti per il panorama calcistico internazionale.

A far partire il valzer degli allenatori potrebbe essere il Chelsea, che secondo il ‘Daily Mirror’ sarebbe disposto a dare il ben servito ad Antonio Conte, con un anno di anticipo rispetto alla fine del contratto. Il tabloid annuncia quelli che potrebbero essere i possibili sostituti, i nomi di Allegri, Simeone Luis Enrique non destano sorprese, è invece una novità quella di Maurizio Sarri. L’allenatore partenopeo viene definito come: “un innovatore tattico e tecnologico e che ha un grande impatto con i suoi giocatori. Sarri – continua il giornale – viene elogiato per aver abbracciato uno stile di gioco molto bello a vedersi“.

Alla vigilia della sfida del suo Chelsea contro il Leicester, Antonio Conte non smentisce le voci di un suo possibile addio e dichiara: “Allegri o Luis Enrique al mio posto? Tutto è possibile. Ho ancora un anno di contratto, ma il calcio è questo, facciamo un lavoro molto difficile e tutto cambia nel giro di poco tempo“. Il destino di Conte potrebbe legarsi nuovamente a quello della Nazionale Italiana, il suo nome sarebbe quello giusto per riattivare un movimento uscito con le ossa rotte dopo la mancata qualificazione ai mondiali.

La decisione del Chelsea come detto farà iniziare un valzer degli allenatori senza precedenti, con il possibile arrivo di Max Allegri sulla panchina londinese, si libererebbe una panchina di lusso come quella della Juventus. Secondo la rivista spagnola Sport, non dorme sogni tranquilli Zinedine Zidane che nonostante una serie infinita di vittorie negli ultimi due anni, potrebbe pagare un avvio di stagione in chiaro scuro ed essere messo alla porta da Florentino Perez. Il presidente del Real Madrid sembrerebbe deciso ad affidare la guida tecnica al commissario della nazionale tedesca Joachim Löw, dando il via ad una rivoluzione blancos. Se il piano di Perez diventasse realtà, Zizou tornerebbe ad abbracciare i colori bianconeri che lo hanno fatto apprezzare in tutto il mondo.

Dalla Francia rimbalzano forti le voci dell’addio a fine stagione di Unai Emery, colpevole di non essere riuscito a disinnescare le mine nello spogliatoio del Paris Saint Germain. L’uomo che potrebbe prendere in mano lo spogliatoio del Psg è Jose Mourinho, legato però al Manchester United. La squadra di Al Khelaif ha dimostrato, soprattutto nel mercato estivo, di non aver ostacoli verso il raggiungimento dei propri obiettivi di mercato. Il portoghese sulla panchina parigina non è utopia e questo aprirebbe le porte ad un matrimonio clamoroso: Ancelotti e i Red Devils. Nonostante i rumors degli ultimi giorni che vorrebbero l’ex allenatore del Bayern Monaco,  come successore di Arsène Wenger all’Arsenal.
Se queste sono le premesse il valzer degli allenatori sarà infinito, partendo dai blues fino ad arrivare al blancos-nero.

  •   
  •  
  •  
  •