Chelsea, si pensa già al dopo Conte. Oltre ad Allegri spunta il nome di Sarri

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui


Il sogno di Antonio Conte è quello di tornare in Italia, anche se l’allenatore del Chelsea gradirebbe provare nuove esperienze, ed il PSG potrebbe essere una destinazione accettabile dal pugliese. La stagione che si sta profilando per il Chelsea, è composta fin qui da alti e bassi, con Conte che è stato spesso al centro di voci di mercato che lo volevano lontano da Londra ad iniziare da novembre, quando la sua squadra ha perso malamente 3-0 all’Olimpico di Roma in Champions League. E’ noto che patron Abramovich non possegga molta pazienza, per cui la possibilità di un esonero non era così remota, e le divergenze con l’allenatore italiano riguardo il mercato, hanno minato il rapporto tra Conte e lo stesso imprenditore.
E’ risaputo anche che Conte non abbia intenzione di proseguire ad allenare il Chelsea ancora per molto tempo, ragion per cui la dirigenza Blues, ascoltando anche le voci che filtrano dal nostro Paese, circa un possibile e clamoroso ritorno del salentino sulla panchina della nazionale Italiana, si sarebbe già attivata alla ricerca di un possibile sostituto per la prossima stagione.

Nei giorni scorsi è stato accostato Massimiliano Allegri come possibile sostituto di Conte, ed è un’ipotesi abbastanza percorribile dato che l’attuale allenatore della Juventus spesso ha strizzato l’occhio ad una possibile esperienza nella Premier League inglese (lo scorso anno l’Arsenal lo ha cercato insistentemente).
Tuttavia, oggi sul “London Evening Standard” è apparsa la notizia secondo la quale ci sarebbe un altro nome sul taccuino della dirigenza del Chelsea per sostituire Antonio Conte: si tratta sempre di un italiano, ovvero Maurizio Sarri, attualmente impegnato sulla panchina del Napoli. Nei giorni scorsi Aurelio De Laurentiis ha avviato le negoziazioni con l’entourage di Sarri in modo che possa prolungare il contratto con la squadra partenopea, e ciò fa presumere che a Napoli già si stiano cautelando per fare in modo che l’attuale tecnico azzurro possa rimanere più a lungo ai piedi del Vesuvio.

  •   
  •  
  •  
  •