Giaccherini via dal Napoli, l’agente:”Nessun problema, il Chievo destinazione gradita”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
giaccherini

Giaccherini, ufficiale il suo addio al Napoli

Giaccherini, addio al Napoli. Sta per terminare l’avventura azzurra di Emanuele Giaccherini. L’ex giocatore di Cesena, Bologna, Juventus e Sunderland cambierà squadra prima del 31 gennaio. A confermarlo Furio Valcareggi, agente del giocatore:”Sicuramente lascerà il Napoli. Ad agosto lo voleva la Fiorentina ma  l’hanno ritenuto incedibile, ora non credo lo sia essendo diventato il diciannovesimo cambio. A gennaio trovare un giocatore come Giaccherini non è così frequente perché è integro, in questo anno e mezzo si è allenato come se fosse un titolare ed è pronto a giocare.  Atalanta o Chievo interessate? L’Atalanta ci piace tantissimo ma non ho avuto contatti con loro. Con il Chievo c’è stato qualcosa ma ora temo che il Chievo abbia un po’ il timore di dare via Inglese perché la classifica non è tranquillissima e con loro magari ci potrebbe essere un accordo per l’estate”. 

Valcareggi ha anche ammesso di essersi comportato male con il Torino, interessato a Giaccherini nell’estate del 2016. Il giocatore aveva già trovato un accordo per un triennale, poi il Napoli si è inserito e ha preso il giocatore. Giaccherini era arrivato da Sarri per essere un alternativa per gli esterni, ma evidentemente il tecnico azzurro non è rimasto soddisfatto delle caratteristiche dell’ex juventino. Quindi ora il giocatore potrebbe partire in prestito, per poi cambiare definitivamente maglia in estate. Giaccherini-Napoli, siamo ai titoli di coda.

potrebbe interessarti ancheJuventus, Allegri a caccia di nuovi record. Contro il Napoli si capirà se lo Scudetto è una formalità

Il curioso caso di Emanuele Giaccherini

Piccolo grande Giaccherini. E’ stato un giocatore che è sempre piaciuto molto agli allenatori. Giaccherini esplose nella stagione 2010/2011 con la maglia del Cesena. La stagione precedente era stato uno dei protagonisti della promozione in serie A. Il salto di categoria esalta le caratteristiche di Emanuele. Diventa famoso dopo aver segnato un grande gol in un Cesena-Milan, finito 2-0 in favore dei romagnoli. La stagione successiva Antonio Conte lo vuole alla Juventus. In bianconero è un preziosissimo jolly. Giaccherini gioca molto, tanto da convincere Cesare Prandelli a portarlo agli Europei in Polonia e Ucraina.

potrebbe interessarti ancheJuventus-Napoli, divieto di trasferta per i tifosi partenopei. A cosa serve la tessera del tifoso ?

La Juventus decide di far cassa vendendolo al Sunderland. Conte prende molto male questo addio. In Inghilterra Giaccherini fatica a imporsi in un calcio troppo fisico per lui. Torna in Italia al Bologna. Giak, con Conte c.t., riconquista la Nazionale. E’ uno dei protagonisti dell’Europeo di Francia, segnando anche un grande gol all’esordio contro il Belgio. Diventa uno dei protagonisti del calciomercato. Il Torino sembra averlo preso, ma poi si inserisce il Napoli. Gli azzurri prendono il giocatore a titolo definitivo dal Sunderland. In azzurro però le cose nono vanno come ci si aspettava. Giaccherini fa tanta, tanta panchina. Insigne e Callejon sono intoccabili e Sarri non lo ritiene adatto a fare la mezzala di centrocampo. L’ex juventino, in un anno e mezzo al Napoli, ha totalizzato 24 presenze e 1 gol. Davvero troppo poco per un calciatore che in serie A ha sempre fatto la sua ottima figura. Ora a 32 anni è pronto per una nuova avventura. Il piccolo grande Emanuele non è ancora stanco di stupire.

notizie sul temaNapoli, Caressa si complimenta con Ancelotti: “Tanto di cappello, ecco cosa mi ha detto in estate”Serie A top e flop 5.a giornata: spettacolo Napoli, Juventus cinica, Milan il bel gioco non bastaUn Viaggio nel pallone: a Torino è nato il Napoli di Carlo Ancelotti
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,