Mercato Juventus: il primo acquisto di gennaio è Douglas Costa, stop Emre Can

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui


L’attesa è finita. Se lo augurano i tifosi (ma anche i dirigenti) bianconeri. Il derby di Coppa Italia vinto 2-0 col Torino, valso l’accesso alla semifinale contro l’Atalanta e costato la panchina a Sinisa Mihajlovic, ha avuto un protagonista su tutti: Douglas Costa. Il 27enne brasiliano, arrivato in estate a Torino a peso d’oro dal Bayern Monaco (6 milioni di euro per il prestito oneroso e obbligo di riscatto fissato a 40), nella prima parte di stagione è stato un oggetto misterioso. Veloce, tecnicamente raffinato, bravissimo nel saltare l’uomo creando la superiorità numerica, ottimo esterno d’attacco in potenza. Perché nel concreto più di qualcuno aveva storto il naso cominciando a chiedersi se l’investimento fatto dalla Juventus fosse stato realmente vantaggioso.

I numeri, del resto, confermano lo scetticismo. Nella prima parte di stagione, prima del vittorioso derby di Coppa Italia, Douglas Costa aveva raccolto 21 presenze per complessivi 1.159 minuti, pari a 55′ di media a partita. Lo score recitava una sola rete (l’illusorio vantaggio contro la Lazio nella sfida di campionato poi persa 2-1) e 3 assist. Numeri un po’ bassini rispetto al curriculum e alla fama che avevano portato l’ex Gremio, Shakhtar Donetsk (141 presenze e 29 gol) e Bayern Monaco (50 presenze e 8 reti) in bianconero. La rete che ha sbloccato il derby di Coppa, una girata di prima intenzione di sinistro all’incrocio dei pali, è stata un condensato di tecnica, velocità, classe, istinto. E anche una liberazione.

potrebbe interessarti ancheAtalanta-Juventus biglietti, vendita record in tutti i settori

Perché l’esterno brasiliano sembrava faticare troppo nell’inserirsi nel contesto del calcio italiano, molto più tattico rispetto ai campionati cui era abituato, col rischio quasi di trovarsi imbrigliato negli schemi senza poter dare libero sfogo al suo modo di interpretare il calcio. Che, come mostrato nel derby al di là della rete, è fatto di guizzi, serpentine, scatti, dribbling, giocate nello stretto (e fraseggiare con compagni come Dybala, Higuain e Pjanic è senza’altro più semplice). Una rondine non fa certo primavera ma a testimoniare la crescita di Douglas Costa sono stati anche i voti nelle pagelle dei principali quotidiani nazionali, con una media vicina al 7,5.

Una crescita importante anche in chiave mercato Juventus. Douglas Costa può infatti rappresentare l’arma in più sia in campionato, dove si preannuncia il testa a testa col Napoli, sia in Champions League dove, alzandosi il livello qualitativo delle sfide, proprio le giocate individuali possono rompere l’equilibrio. L’esterno d’attacco, nato in realtà come centravanti ma poi defilato per sfruttarne la grande velocità e soprattutto l’accelerazione nel breve, ha saputo sfruttare al meglio la chance datagli e potrebbe rappresentare da qui in avanti il “nuovo acquisto” nel mercato Juventus. Un mercato che comunque si sta muovendo soprattutto nel reparto di centrocampo.

potrebbe interessarti ancheDi Stefano (SkySport): “Non sarei sorpreso di vedere Donnarumma alla Juve”. Tifosi rossoneri imbufaliti sul web

Dall’Inghilterra però arrivano segnali poco incoraggianti sul fronte Emre Can: il centrocampista tedesco di origini turche, in scadenza di contratto col Liverpool, non arriverà a gennaio. A riferirlo è Sportmediaset che riporta come, nonostante un accordo di massima fra giocatore e Juventus, la società inglese non sia disposta a liberare Emre Can nella finestra invernale nemmeno dietro pagamento di un indennizzo. L’altra pista calda in casa bianconera è quella di Bryan Cristante, centrocampista rivelazione dell’Atalanta. Difficile che, dopo la vicenda Spinazzola-Atalanta-Juventus, i bianconeri vadano in forcing sul 22enne ex Milan (ancora di proprietà del Benfica) per gennaio, mentre per la prossima estate Cristante sarà senz’altro uno degli obiettivi principali di Marotta per mettere assieme l’accoppiata Cristante-Emre Can pagando solo il bergamasco.

notizie sul temaLe voci vogliono già Mertens in bilico tra Inter e JuventusNiente multa per Ronaldo, la società ‘perdona’ il portogheseTerza sosta per la serie A: la situazione dopo 12 giornate
  •   
  •  
  •  
  •