Roma, Pallotta: “Possiamo competere con Napoli e Juve. Non ho avuto la sensazione di dover comprare nuovi giocatori”

Pubblicato il autore: Gabriele Segui


James Pallotta, 
dopo il summit di mercato tenuto nella giornata di ieri a Londra con il resto della dirigenza giallorossa, è stato chiaro: vuole mentalità vincente e risultati, altrimenti sarà rifondazione. Queste poi sono state le parole pronunciate alla O2 Arena, dove stava seguendo il match di NBA tra i suoi Boston Celtics e i Philadelphia 76ers, non certo confortanti per tutti quei tifosi che si sarebbero aspettati qualche rinforzo durante questa finestra di mercato invernale: “Sono sincero: quando ho visto giocare la Roma fino alla partita con il Genoa o contro la Juventus non ho mai avuto la sensazione di dover cambiare o di dover comprare un paio di giocatori in più. Abbiamo avuto un paio di scivoloni, ma la squadra prima ha dimostrato di avere tanto talento, anche in Champions League».

Poi Pallotta ha continuato sul momento della Roma, dicendosi convinto delle qualità della rosa in grado, secondo lui, di competere con le squadre di vertice: So che abbiamo la squadra per competere con Napoli e Juventus per la vetta e non essere lì è un po’ frustrante. Ma ho grande fiducia in Di Francesco e in Monchi, con loro non possiamo che migliorare. Abbiamo vissuto qualche partita sfortunata, con la Juventus abbiamo avuto un paio di occasioni per pareggiare e non ci siamo riusciti. Ed è normale che ci sia un po’ di frustrazione quando giochi bene e non riesci a fare risultato. Ma la squadra è la stessa che ha dimostrato di avere talento in Champions, dobbiamo solo ritrovarlo tutti insieme. Ovviamente, spero che i risultati tornino presto ad essere positivi”.

potrebbe interessarti ancheRoma, Di Francesco rischia l’esonero. Montella e Paulo Sousa i possibili sostituti

Pallotta: “Tutti vogliono lo stadio, tranne i tifosi della Lazio”


Il presidente della Roma, James Pallotta
, prima del summit di mercato che si è tenuto con il resto della dirigenza giallorossa a Londra, è stato ospite del convegno “Leaders in Sports”.
Durante questo evento il presidente della Roma non ha perso l’occasione per parlare di quello che sarà “The new Coliseum”, ovvero il nuovo stadio della società giallorossa. Queste le sue dichiarazioni: “Non puoi essere un brand globale senza uno stadio di proprietà. Vogliamo essere il secondo club preferito di tutti. È il livello di soddisfazione dei tifosi a determinare la tecnologia usata. Lo stadio sarà tutto esaurito ogni partita. Tutti a Roma vogliono questo stadio. Tranne forse tifosi della Lazio, ma verranno a giocare lì una volta a stagione”.

Nei giorni scorsi ci sono stati degli aggiornamenti importanti in merito a quello che sarà il nuovo stadio della Roma che avranno fatto di certo piacere a Pallotta; infatti è stata registrata una accelerata circa la Variante al  Piano Regolatore Generale. Come? Riconoscendo le specifiche di urgenza che permetterebbero di dimezzare i tempi di realizzazione. Questo recita  il d.l. 24 aprile 2017 n.50 all’art.62: “il verbale conclusivo è volto a ottenere contemporaneamente, a fini acceleratori, il duplice risultato della compatibilità urbanistico-edilizia e ambientale (…) per ragioni acceleratorie, si stabilisce che la variante al piano urbanistico, disposta dal verbale, costituisca dichiarazione della pubblica utilità, indifferibilità e urgenza dell’opera (…) il verbale conclusivo costituisce la sola adozione della necessaria variante, la cui definitiva approvazione è rimessa al consiglio comunale nella prima seduta utile”. Dunque dichiarando l’eccezionalità ed urgenza alla Variante, ci sarebbe la concreta possibilità di vedere dimezzati (da 60 giorni, termine standard, a 30 giorni, termine abbreviato per questioni di urgenza) i tempi utili per l’approvazione di tale variante.

potrebbe interessarti ancheBologna-Roma, sprofondo giallorosso: squadra in ritiro, derby decisivo per Di Francesco ?

Calciomercato Roma, le possibili operazioni a gennaio


Pallotta
poi, nel prosieguo dell’intervista ha confessato che il suo rapporto con il football non è mai stato idilliaco: “Fino a cinque anni fa credevo fosse un gioco disgustoso. Non riuscivo a capirlo, ora invece vado fuori di testa”. Probabilmente “fuori di testa”, Pallotta, ci è andato anche in quest’ultimo mese, vedendo giocare la sua Roma un calcio non più esaltante come ad inizio stagione e allontanarsi sempre di più dalle posizioni di vertice (anche se ancora in piena lotta Champions). Proprio per queste ragioni, la società dovrà probabilmente intervenire sul mercato, affinché possa risolvere le lacune dimostrate nelle ultime partite. Il ruolo in cui la Roma sembrerebbe più intenzionata a fare mercato, tanto in entrata quanto in uscita, parrebbe quello del terzino destro. Infatti, caldi sono i nomi di Bruno Peres (in uscita), Darmian, Juanfran, Manea (in entrata). Ma non solo, infatti la società giallorossa, sempre per ciò che riguarda il mercato in uscita, dovrà fare i conti con i malumori di Strootman (non più lo stesso ormai da parecchio tempo), che, in caso di cessione, farebbe posto al centrocampista attualmente in forza alla Sampdoria, Torreira (per il quale servirà una cifra attorno ai 25 milioni di euro -clausola valida a partire da Giugno-). Poi ci sarebbero El Shaarawy troppo discontinuo nelle sue prestazioni e Skorupsky che, chiuso da Alisson, ha chiesto alla società di essere ceduto per avere la possibilità di giocare titolare e mettersi in mostra per la nazionale (anche se la Polonia molto probabilmente punterò su Szczesny in vista del mondiale).

notizie sul temaBOLOGNA, ITALY - OCTOBER 15: Andrea Poli of Bologna FC celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between Bologna FC and Spal at Stadio Renato Dall'Ara on October 15, 2017 in Bologna, Italy. (Photo by Mario Carlini/Iguana Press/Getty Images)Voti Fantagazzetta Bologna- Roma, le pagelle: Mattiello-Santander gioie rossoblù, male DzekoVALENCIA, SPAIN - FEBRUARY 08: Official ball of the 2018 FIFA World Cup prior to the Copa de Rey semi-final second leg match between Valencia and Barcelona on February 8, 2018 in Valencia, Spain. (Photo by Manuel Queimadelos Alonso/Getty Images)Federico Mattiello: dalla Roma alla Roma ed un cerchio che si chiudeROME, ITALY - MARCH 02: AS Roma President James Pallotta looks on during the Serie A match between AS Roma and Juventus FC at Stadio Olimpico on March 2, 2015 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)Roma, Pallotta si scaglia contro Di Francesco e i giocatori: “Sono disgustato”
  •   
  •  
  •  
  •