Inter, le clamorose richieste di Wanda Nara per trattenere Icardi

Pubblicato il autore: Carlo Pranzoni Segui
TURIN, ITALY - DECEMBER 09: Mauro Icardi of Internazionale in action during the Serie A match between Juventus and FC Internazionale at Allianz Stadium on December 9, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

(Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Un Icardi in bilico, non più sicuro, come qualche mese fa, di voler rimanere all’Inter. Agli interessi di grandi squadre come Psg, Real e Manchester United e alla corte spietata proveniente da Mino Raiola, pronto a fare follie pur di avere l’argentino tra i suoi assistiti, vanno aggiunti i recenti malumori all’interno dello spogliatoio nerazzurro e le voci che vorrebbero Miranda come prossimo capitano a discapito del numero 9. Un rinnovo che, prima della gara con il Bologna, sembrava a un passo dopo le parole pronunciate dal ds Ausilio, ma che ha trovato un ostacolo sul proprio cammino : Wanda Nara, moglie e attuale agente di Icardi.

Le rischieste folli di Wanda- È ormai risaputo da tempo che tra i dirigenti nerazzurri e la moglie dell’attuale capitano non scorre buon sangue, ma le ultime richieste di Wanda Nara non hanno fatto altro che aumentare il distacco tra le due parti. L’Inter, infatti, vorrebbe eliminare la clausola di 110 milioni attualmente presente nel contratto di Icardi (o eventualmente alzarla a 200 milioni),perchè spaventata dalle cifre folli che girano nell’attuale calciomercato e dalla possibilità di ritrovarsi , da un giorno all’altro, senza il suo top player. Wanda Nara è d’accordo su questo fatto, ma a una richiesta : alzare l’ingaggio del marito da 6 ad 8 milioni di euro, così da raggiungere gli ingaggi percepiti già da altri top player in Europa. Una cifra folle per la dirigenza nerazzurra, che non vuole spingersi oltre i 7 milioni, che deve tenere sotto controllo il monte ingaggi della squadra. Le parti si rivedranno certamente nelle prossime settimane ma, ad oggi, c’è una distanza tale da spingere Icardi verso l’addio all’Inter.

  •   
  •  
  •  
  •