Mercato Roma: Monchi pensa a Sergio Asenjo per il dopo Alisson

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
MILAN, ITALY - JANUARY 21: Allison of AS Roma gestures during the Serie A match between FC Internazionale and AS Roma at Stadio Giuseppe Meazza on January 21, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Mercato Roma, il futuro della porta parla spagnolo? Alisson sta facendo grandissime cose in questa stagione. Anche se il momento per i giallorossi non è dei migliori il portiere brasiliano sta avendo un rendimento altissimo. Tanto che molti grandi club europei stanno mettendo gli occhi su di lui. Liverpool, Real Madrid e Paris Saint Germain cercano un guardiano della porta di grande livello. Alisson avrà anche la vetrina del mondiale di Russia per farsi conoscere al mondo, visto che è lui il titolare indiscusso della porta del Brasile. Alla Roma non vogliono farsi trovare impreparati in caso di cessione del numero 1 della Selecao. Monchi infatti sta già monitorando il mercato in cerca di un eventuale sostituto. Il diesse giallorosso conosce molto bene il panorama spagnolo e sta seguendo con particolare attenzione Sergio Asenjo. 

Mercato Roma, ecco chi è il possibile erede di Alisson. Classe 1989, Asenjo è dal 2013 al Villarreal. Cresciuto nelle giovanili del Valladolid, in carriera ha giocato anche con le maglie di Atletico Madrid e Malaga. Asenjo è un portiere molto esplosivo, molto abile sui calci di rigore. Nell’ultima giornata di Liga ne ha addirittura parati due nella stessa partita, contro il Getafe. 189 cm per 70 kg, Asenjo ha avuto dei gravi infortuni alle ginocchia. In questa stagione sta avendo un ottimo rendimento, tanto che il Villarreal ha la quarta migliori difesa della Liga. Con un mostro come De Gea davanti è difficile ambire alla titolarità della nazionale spagnola. Asenjo comunque è nel giro delle Furie Rosse e sogna un posto tra i 23 di Lopetegui per il prossimo mondiale di Russia. 

potrebbe interessarti ancheFonseca: “Un onore allenare la Roma, faremo grandi cose”

Mercato Roma, senza Champions League c’è bisogno di un sacrificio

Mercato Roma, la Champions League ago della bilancia giallorossa. La sconfitta con il Milan aveva messo ulteriormente in discussione l’arrivo tra le prime quattro della truppa di Eusebio Di Francesco. Poi la vittoria di Napoli ha fato tornare il sereno. La Roma è attualmente in zona Champions League. Un traguardo che potrebbe condizione la prossima sessione di calciomercato. Basti pensare che l’estate scorsa, con i gironi di Champions League in tasca, sono stati ceduti Salah, Paredes e Rudiger. Tutti giocatori che oggi sono protagonisti con Liverpool, Zenit e Chelsea e che parteciperanno al prossimo mondiale. Cosa potrebbe succedere se la Roma non arrivasse tra le prime quattro della serie A?

potrebbe interessarti ancheStorie di Calcio: Omar il Re Leone

Mercato Roma, periodo decisivo anche per Di Francesco. Oltre ai giocatori anche l’allenatore non è sicuro del suo futuro in giallorosso. Se la Roma non dovesse centrare la Champions League allora anche il mister potrebbe traballare davvero. Se Spalletti è stato crocifisso dopo un secondo posto per i contrasti con Totti, cosa potrebbe accadere al povero Eusebio? Il tecnico romanista si gioca molto nelle prossime settimane. Il Napoli al San Paolo avrebbe potuto far svoltare la stagione giallorossa, ora Torino e ritorno con lo Shakhtar Donetsk il 13 marzo. Partite che inevitabilmente indirizzeranno il futuro prossimo della Roma. Quello è un po’ più remoto dipenderà molto in quale posizione terminerà la stagione la truppa giallorossa. Dopo quello di gennaio, anche quello estivo si annuncia molto, ma molto caldo. Di Francesco si gioca la Roma, forse anche Monchi.

notizie sul temaMercato Milan, da Patrick a Patrik: per l’attacco rossonero decisivo GiampaoloStorie di calcio: il Lecce di ZemanEuropa League, sorteggio preliminari: ecco le possibili avversarie della Roma (o del Torino)
  •   
  •  
  •  
  •