Reina al Milan, la famiglia Donnarumma infastidita. Gigio glissa: “Sono sereno”

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui
during the Serie A match between AC Milan and Spal at Stadio Giuseppe Meazza on September 20, 2017 in Milan, Italy.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Le visite mediche effettuate da Pepe Reina nella giornata di lunedì a Milano non sono certo passate inosservate. Nonostante il tentativo di tenere segreta la questione, la notizia si è presto divulgata. L’imminente chiusura tra l’attuale portiere del Napoli e il Milan è stata dunque certificata. Reina, spagnolo 35enne, passerà a fine stagione al club di Via Aldo Rossi a parametro zero. Il suo contratto con la società partenopea scade infatti questa estate e i rossoneri si sono preparati con ottimo tempismo per far loro le prestazioni dell’esperto portiere.
Ma l’operazione Reina mette anche in evidenza alcuni possibili scenari che al Milan, probabilmente, per il momento sarebbe stato preferibile evitare per chiudere il crescendo una stagione che si è rianimata in questa seconda parte. Il portiere del Milan Gianluigi Donnarumma è il presente, e tutti sperano il futuro, della società rossonera. Le questioni legate al suo rinnovo, le discussioni con il suo procuratore Raiola, e l’arrivo in rossonero del fratello Antonio, avevano già in passato creato diversi rumors poco graditi all’ambiente. L’ingaggio, oramai certo di Pepe Reina apre nuovi possibili scenari e soprattutto ulteriori problemi extra campo.

potrebbe interessarti ancheMilan-Uefa, qualcosa non torna: il mercato dei rossoneri si blocca

Reina al Milan, la famiglia Donnarumma ai ferri corti con la società

L’arrivo di Pepe Reina al Milan sta creando delle vere scosse all’interno dell’ambiente rossonero e non poteva essere altrimenti. Il portierone spagnolo, al quale pare essere stato proposto un contratto biennale con opzione per il terzo anno, arriverà in quel di Milano con la consapevolezza di avere un ingaggio non da secondo portiere. Il Milan lo sa, ma quello che crea più problemi è la consapevolezza che anche Donnarumma e il suo entourage lo sappiano. Giovedì sera, durante la sfida tra il Milan e l’Arsenal a San Siro, non è certo passato inosservato il mancato saluto tra il ds Mirabelli e il padre di Gigio e Antonio, Alfonso Donnarumma, segno evidente di un rapporto al limite della sopportazione. Il padre dei due portieri infatti sembra non aver preso bene la trattativa per portare Reina in rossonero e tantomeno il trattamento riservato ad Antonio Donnarumma, il quale, sempre secondo papà Alfonso, avrebbe potuto e dovuto essere impiegato maggiormente.

potrebbe interessarti ancheMilan, le possibili sanzioni dall’Uefa dopo il mancato settlement agreement

La famiglia Donnarumma, sempre con il fantasma di Mino Raiola alle spalle, avrebbe interpretato l’arrivo di Reina al Milan come un tentativo di forzare la mano per allontanare il duo dei portieri. I rapporti dunque tra Mirabelli e i Donnarumma si fanno sempre più fragili segno che qualcosa a giugno potrebbe cambiare.
Intanto a parlare ci ha pensato Gigio. Il giovane portiere, attuale titolare del Milan, ha preferito non soffermarsi sulla vicenda dichiarando si sereno, ma si è concentrato esclusivamente sul suo rapporto con la squadra e con il tecnico Gattuso: “Ora siamo più compatti. Rino ci trasmette la carica, così prepariamo meglio le partite“.
I pensieri di Gianluigi Donnarumma sono dunque indirizzati al campo e alla stagione, ma l’arrivo di Reina sembra proprio avere tutte le carte in regola per diventare il prossimo tormentone estivo con protagonisti, ancora una volta, Raiola e Donnarumma.

notizie sul temaMilan, no dell’Uefa al Settlement Agreement: Europa League a rischio?MILAN, ITALY - NOVEMBER 23: AC Milan Sportif Director Massimo Mirabelli looks on before the UEFA Europa League group D match between AC Milan and Austria Wien at Stadio Giuseppe Meazza on November 23, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)Mercato Milan: non solo Immobile per l’attacco, spunta l’idea di uno scambio con la JuventusMilan, Morata e Zaza obiettivi rossoneri. Incontro con l’agente Bozzo in sede
  •   
  •  
  •  
  •