Mercato Milan, Donnarumma glissa sul futuro: “Decidono il club e il mio agente”

Pubblicato il autore: Ivan Aiello Segui
during the Serie A match between AC Milan and Spal at Stadio Giuseppe Meazza on September 20, 2017 in Milan, Italy.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Non so nulla di mercato, a quello pensano il mio agente e la società. Il mio pensiero è soltanto quello di lavorare come ho sempre fatto”. Così parlò Gigio Donnarumma, a margine di un Milan – Napoli vissuto da assoluto protagonista.

La sua parata strepitosa sul piattone sinistro di Milik nel finale di gara, in chiave scontro al vertice, per molti ha il sapore di settimo scudetto bianconero consecutivo ma per molti altri, in chiave calciomercato invece, è considerata come la prima parata per la Juve.

Aldilà di tutto, questa prodezza ci ricorda ancora una volta il perché di tanta attenzione su un ragazzo di soli 19 anni. Le sue vicende legate al mercato hanno infiammato la scorsa sessione estiva dando vita ad una vera e propria telenovela nella quale non sono mancate polemiche feroci e dichiarazioni al veleno.

potrebbe interessarti ancheMilan, dov’è la grinta di Gattuso? Rossoneri ultimi per falli, contrasti e palle recuperate

Del resto, quando c’è Mino Raiola di mezzo, la spettacolarizzazione è praticamente obbligatoria.

Ma la verità, poi in fondo, è un’altra e cioè che questo ragazzo è semplicemente un fenomeno, un predestinato: festeggiare 100 presenze in serie A a soli 19 anni ne è la prova definitiva.

potrebbe interessarti ancheCalciomercato Milan, nel mirino il talento Dani Olmo: gli ultimi aggiornamenti

Non manca di farlo notare il dg della Juventus Marotta. In una settimana davvero molto particolare per la squadra bianconera e per il suo portierone Gigi Buffon, definire Donnarumma come “il suo erede naturale” è molto di più che un semplice attestato di stima.

Questo Milan – Napoli è stato dunque un crocevia di segnali e messaggi per il futuro di Donnarumma nel quale destini, carriere e passaggi di proprietà si sono intrecciati inesorabilmente. Gigio, giustamente, si gode la sua bella prestazione e incassa orgoglioso tutti i complimenti strameritati decidendo che non è suo compito parlare di mercato e di futuro al Milan, ma se poi Pepe Reina (osannato dallo stesso Donnarumma) arriva a Milanello a parametro zero, allora qualcun altro sarà costretto a farlo.

notizie sul temaModric, dedica a Boban per il premio The Best FIFA: l’ex Milan si commuove (VIDEO)Milan, Leonardo pungola Gattuso: rossoneri obbligati a vincere con Empoli, Sassuolo e ChievoMilan, tre motivi per sorridere: gioco, Higuain e società fanno sperare i rossoneri
  •   
  •  
  •  
  •