Morata, il Milan ha pagato Bozzo: via Kalinic-André Silva per arrivare all’ex Juventus?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
BERGAMO, ITALY - MAY 13: AC Milan CEO Marco Fassone looks on before the Serie A match between Atalanta BC and AC Milan at Stadio Atleti Azzurri d'Italia on May 13, 2017 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images © scelta da SuperNews)

Morata, via Kalinic-André Silva per arrivare allo spagnolo? L’ex juventino potrebbe tornare di moda nelle prossime settimane a Milanello. Vero è che il Chelsea l’ha acquistato solo una stagione fa, ma Alvaro a Londra non è felice. Gattuso sta cercando di valorizzare Kalinic e André Silva per renderli appetibili sul mercato. I due sono stati pagati oltre 60 milioni, cifra che avvicinerebbe gli 80 spesi dai Blues per Morata. Il vero ostacolo ad una trattativa per il centravanti spagnolo è il suo ingaggio. 9 milioni netti l’anno sono decisamente fuori portata per la società rossonera. Milan-Morata, capitolo secondo. Magari questa sarà la volta buona.

Morata-Milan, ecco com’è andata un’estate fa

Morata, il Milan ci ha provato per davvero. Le indiscrezioni c’erano state, poi però la trattativa non è andata in porto. Massimiliano Mirabelli ha provato a portare Alvaro Morata a Milanello, ma non è riuscito nell’intento. Il tutto è stato confermato da Beppe Bozzo, procuratore dell’attaccante spagnolo. “È un normale incarico quello pubblicato sul sito della FIGC, depositato regolarmente. Questo per portare correttamente avanti la trattativa tra Real Madrid e Milan che poi però non si è concretizzata. Questa commissione viene ricevuta solo con il buon esito dell’operazione di mercato. Questo mandato, è un passo ufficiale per operare in maniera legittima, che diventa inefficace se l’operazione non va poi in porto. Siamo stati vicino, il Milan voleva davvero Morata“. Invece nulla di fatto, l’ex Juventus e Real Madrid è andato al Chelsea. I rossoneri hanno poi ripiegato su Kalinic e André Silva, i risultati dei due non sono stati proprio soddisfacenti.

potrebbe interessarti ancheJuventus, Di Francesco: “Douglas Costa? Morissi ora se ho usato una frase razzista”

Morata stesso non ha vissuto una stagione da incorniciare a Londra. I Blues di Antonio Conte restano in corsa per vincere l‘FA Cup. Un po’ poco per un giocatore abituato a lottare per vincere i campionati e la Champions League. Chissà se la prossima stagione l’ex juventino sarà ancora al Chelsea. Certo è che Morata ha tantissimi estimatori. Negli ultimi giorni si è parlato anche di un ritorno alla Juventus. Solo parole per ora, ma com’è noto le strade del calciomercato sono infinite. L’Italia chiama, vedremo se il nostalgico Alvaro risponderà.

Morata, la moglie spinge per il ritorno in Italia

Spesso sono le donne ad influire le scelte degli uomini. Così potrebbe essere anche per Morata. La moglie del bomber spagnolo, Alice Campello, non ha fatto mistero di vedere di buon occhio un ritorno in Italia del marito. Di mezzo, come sempre, ci sono tanti soldi. Il Chelsea ha pagato Morata 80 milioni di euro solo un estate fa, con un ingaggio di 9 milioni di euro netti l’anno. Soldi che poche squadre possono permettersi di spendere. La Juventus è una di questi, anche se i bianconeri sono ultracoperti in attacco. Certo se qualche big dovesse partire la situazione potrebbe cambiare.

potrebbe interessarti ancheMilan, Suma difende Montolivo:”Il giocatore più centrifugato degli ultimi anni”

Al Milan invece è tutto diverso. I rossoneri sono alla ricerca perenne di un grande centravanti. Morata è già stato inseguito, senza successo, la scorsa estate. Se il mercato milanista dovesse prevedere qualche partenza eccellente allora le carte in tavola potrebbero essere diverse. Una cosa è certa, nelle prossime settimane il nome di Morata sarà molto gettonato nelle cronache di calciomercato. Italiano e internazionale.

notizie sul temaMilan, Totti rivela: “Ho detto no ai rossoneri. Colpa di mia madre”Serie A Femminile, Milan a valanga all’esordio: sei gol a Bari per le rossonereTite ct del Brasile: “Douglas Costa? Non l’avrei convocato”
  •   
  •  
  •  
  •