Cristiano Ronaldo alla Juventus, nel 2003 l’affare saltò per colpa di Salas

Pubblicato il autore: Luciano Nervo Segui

Cristiano Ronaldo – Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Dopo 16 anni incredibilmente si ripropone la stessa scena: Cristiano Ronaldo potrebbe andare alla Juventus. Nel 2003 però il campione portoghese non si poteva ancora definire tale, ma solo un’incredibile promessa. Era allo Sporting, aveva i capelli in disordine con qualche ciuffo tinto di biondo, il 28 sulla schiena e qualche chilo di muscoli in meno. L’allora responsabile dell’area estero del club torinese, Gianni Di Marzio si era recato a Lisbona per visionare un’altra giovane promessa: Ricardo Quaresma. Ma non andò  così, se la sua attenzione doveva essere focalizzata esclusivamente sul “trivela”, piano piano un altro giocatore magnetizzò il suo sguardo, ed era proprio il ragazzo di Madeira.

potrebbe interessarti ancheIncredibile Buffon: vicinissimo il suo ritorno alla Juventus

Secondo quanto riportato venne dato il biglietto da visita direttamente alla madre, seduta di fianco a Di Marzio durante la partita. E venne convinta, così come il diretto chiamato in causa, che non ha mai nascosto la sua ammirazione per i bianconeri, anzi l’ha ribadita dopo la standing ovation ricevuta quest’inverno per la sua già leggendaria rovesciata. Sembrava già tutto fatto: accordo per scambio Ronaldo-Salas più 2,5 milioni di euro, visite mediche superate e… il matador Salas rifiuta di andare allo Sporting. All’epoca se ne saranno fatti una ragione, ma adesso il rimpianto è forte. Potrebbe colmarlo solo un suo ipotetico approdo alla Juve. State sintonizzati che la storia non è ancora finita.

potrebbe interessarti ancheBuffon torna alla Juventus? C’è la proposta da parte dei bianconeri

notizie sul temaRitiri estivi squadre Serie A: le date e i luoghi dell’inizio della preparazione fisicaStorie di Calcio: com’è nato il procuratore sportivo?De Ligt ha accettato ufficialmente la Juventus
  •   
  •  
  •  
  •