La Juve sogna Ronaldo, ma il problema è l’ingaggio

Pubblicato il autore: Simone Nasso Segui

Foto originale Getty Images © selezionata da SuperNews

Se non fossimo solo ai primi di luglio, si potrebbe tranquillamente dire che Cristiano Ronaldo alla Juve rappresenta il classico “sogno di una notte di mezza estate”. Negli ultimi giorni, infatti, il campione portoghese è stato più volte accostato al club bianconero, desideroso di ingaggiare un giocatore straordinariamente vincente nel panorama europeo, con tutte le caratteristiche necessarie per riportare sotto la Mole quella tanto ambita e bramata Champions League. Nonostante l’ottimismo generale di alcuni supporters e quotidiani, l’operazione CR7 è tutt’altro che semplice, sia per la Vecchia Signora che per qualsiasi altro club. L’ingaggio dell’attuale Pallone d’Oro, infatti, è da capogiro. Secondo alcune voci filtrate da Madrid, il procuratore di Ronaldo avrebbe chiesto a Florentino Perez un rinnovo da 50 milioni di euro, anche se altrove il suo assistito potrebbe “accontentarsi” di 40 milioni. A questo punto, una domanda sorge spontanea: come può la Juventus mettere sul piatto una tale cifra? I due calciatori più pagati della rosa bianconera (Higuain e Dybala), infatti, guadagnano 7,5 milioni netti a stagione, un quinto di quanto richiesto dal portoghese.
Insomma, come spesso accade, l’estate consente di sognare un po’ di più del solito, ma se l’operazione non dovesse andare in porto, si sarà fatto “tanto rumore per nulla”.

potrebbe interessarti ancheBeppe Marotta miglior dirigente d’Europa: da Martinez a Cristiano Ronaldo, che scalata per il d.g. bianconero
potrebbe interessarti ancheCalendario Serie A, le partite di oggi mercoledì 26 settembre: Juventus e Napoli in casa contro Bologna e Parma

notizie sul temaFormazioni Juventus-Bologna: esordio per Perin, Dybala-Cristiano Ronaldo in attaccoCristiano Ronaldo tornerà al Real Madrid, la promessa di Florentino PerezTrincao obiettivo di mercato della Juventus: presentata l’offerta, ma occhio alla concorrenza
  •   
  •  
  •  
  •