Mbappé, quando il Chelsea lo scartò perché non difendeva

Pubblicato il autore: DanteEdmonds Segui

Kylian Mbappe – Foto originale Getty Images© selezionata da SuperNews

“Non sa difendere”, e così nel 2012 il Chelsea scartò Kylian Mbappé, all’epoca tredicenne, futuro campione del mondo con la Francia e fenomeno del calcio mondiale. A rivelarlo in un’intervista al sito Goal.com Daniel Boga, ex osservatore dei Blues, l’attuale squadra di Maurizio Sarri. “Chiesero alla famiglia – prosegue Boga – di tornare per un secondo provino dopo che al primo non aveva convinto, ma la madre si rifiutò”.

potrebbe interessarti ancheChelsea, Pedro: “Hazard vincerà il Pallone d’Oro”

Mbappé all’epoca giocava nel Bondy, nei dintorni di Parigi. “Neanche per sogno – si infuriò la donna -. Anzi, tra qualche anno che si prepari, il Chelsea, a sborsare almeno 50 milioni di euro”. In realtà il Paris Saint Germain, attuale squadra del calciatore, ne ha spesi ben 180 per strapparlo un anno fa al Monaco, squadra dove Mpabbé è esploso, trascinando a suon di gol e prestazioni clamorose i suoi fino alla semifinale di Champions del 2016 persa contro la Juventus.

potrebbe interessarti ancheIlaria D’Amico, gaffe sulla Champions League: “In finale vedo il Chelsea”, ma Sarri non partecipa

Dopo un’estate straordinaria, con la conquista della Coppa del Mondo in Russia, quella di Kylian si prospetta una stagione molto intensa, con sullo sfondo sempre l’interesse di altri grandi club europei, soprattutto Real Madrid e Barcellona, che da tempo avrebbero messo gli occhi su di lui. “Per i prossimi dieci anni il calcio sarà lui”, ha aggiunto Boga.

notizie sul temaChelsea, l’ammissione di Sarri: “Lo stop potrebbe farci perdere punti”Chelsea, Rudiger elogia Sarri: “Ci fa sentire vivi”Premier League, Chelsea – Bournemouth. Sarri su Howe: “È sveglio e intelligente”
  •   
  •  
  •  
  •