Juventus: tante idee per il centrocampo, ma prima urge cedere

Pubblicato il autore: Marco Albo Segui


La lista dei partenti in casa Juventus è lunghissima, e solo a pensare a tutti quei nomi che per Sarri e società sono ormai degli esuberi, molti provano invidia, perché avercene di questi problemi di abbondanza nel calcio italiano. Tuttavia, la grande quantità di talenti può rivelarsi un’arma a doppio taglio per le leggi del Fairplay finanziario: vendere per poi comprare, un diktat che in casa bianconera fanno fatica a concretizzare, soprattuuto sul lato delle cessioni. Paratici ha in mente tante idee per rinforzare ulteriormente la rosa, ma per il momento è proprio quest’ultima ad impedirgli di agire liberamente sul mercato.

potrebbe interessarti ancheCalciomercato Juventus, Szczesny vicino al rinnovo. Manca solo l’annuncio

JUVENTUS, CASTING A CENTROCAMPO

L’idea di fondo di Maurizio Sarri era quella di trasformare Pjanic in un nuovo Jorginho,facendogli toccare minimo 150 palloni in una partita. Tuto quindi deve ruotare intorno al play nella nuova filosofia di gioco della Juventus, ma in questo momento Sarri ha a disposizione solo giocatori di contenimento, molto fisici e poco propensi al gol. Per questo Paratici sarebeb nuovamente in missione per portare a Torino un profilo che possa accontentare sul piano tecnico e tattico mister Sarri. Rimane sempre viva fino a prova contraria la pista Pogba, anche se lo United difficilmente vorrà cederlo alla Juventus e sembra invece propensa a tratatre con il Real Madrid. in caso di partenza del francese, i Red Devils potrebbero sostituirlo con Milinkovic Savic, altro profilo da tempo seguito da Paratici, ma che costerebbe troppo. Nelle ultime settimane è spuntata anche l’idea Eriksen, giocatore danese del Tottenham molto in linea con l’idea tattica di Sarri e che non ha mai nascosto l’intenzione di cambiare aria un giorno. Tuttavia, il trequartista è in scadenza di contratto tra un anno e in casa Tottenham non ce ne si vuole privare in questa sessione. Isco è sempre presente, ma anche qui la valutazione di 80 milioni fatta dal Real continua a spaventare la Juventus. Questioni di soldi e caratteristiche quindi, ma per avere maggiori opportunità di concretizzare uno di questi noi, ora alla Juventus serve più cedere che sognare, e Khedira e Matuidi presto potrebbero sapere qualcosa di più sul loro futuro.

potrebbe interessarti ancheDonnarumma lontano da Milano, arriva l’affondo della Juventus

notizie sul temaDi Stefano (SkySport): “Non sarei sorpreso di vedere Donnarumma alla Juve”. Tifosi rossoneri imbufaliti sul webIbrahimovic -Cristiano Ronaldo, il duo potrebbe funzionare nella Juve di Sarri?Milan su Vinicius Jr? Zidane lo mette ancora fuori dalla lista Champions
  •   
  •  
  •  
  •