I risultati della seconda prova di CDM di Pista, tre giorni anonimi per i colori azzurri

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

CDM london

potrebbe interessarti ancheLa top 10 dei ciclisti più pagati nel 2019. Stipendi da calciatori per Froome e Sagan

La seconda prova di CDM di ciclismo su pista a Londra è stata avara di soddisfazioni per la nazionale azzurra, che ha pagato anche alcune assenze importanti.

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia, 21.a tappa Verona-Verona (cronometro individuale): sul Circuito delle Torricelle gli ultimi verdetti

Questi i momenti salienti delle gare della tre giorni londinese.
La prima giornata ha fatto registrare, nell’inseguimento a squadre donne, la vittoria della Gran Bretagna in 4’22”194 davanti all’Australia (4’24”335). In campo maschile, invece, si è verificata una sorpresa, con l’Australia relegata a correre la finale per il 7° posto contro la Germania. Gli australiani hanno dimostrato di essere i più forti in pista segnando il miglior tempo con 3’59″637. Un grande rammarico questo, dato che la Gran Bretagna ha vinto con il tempo di 4’01”151 contro la Nuova Zelanda (4’05”463).
Nella velocità a squadre femminile oro alle cinesi Jinjie Gong e Tianshi Zhong in 33”010; mentre in quella maschile si confermano i tedeschi Enders Rene, Forstemann Robert, Eilers Joachim in 43”665.
Nella seconda giornata l’attesa era tutta per la corsa a punti femminile in cui c’era da verificare lo stato di forma Giorgia Bronzini. L’azzurra ha purtroppo confermato di essere ben lontana dalla migliore condizione, arrivando 8a in una gara fatta di sola grinta. Oro all’australiana Amy Cure (p. 34) davanti alla canadese Jasmin Glaesser (p. 33).
Nella finale della velocità donne ancora la Germania in evidenza con il successo di Kristina Vogel contro la russa Anastasiia.
Nella terza e ultima giornata di gare le prove dell’omnium femminile e maschile hanno catalizzato l’attenzione. Tra le donne ha vinto la britannica Laura Trott con 193 punti. Annalisa Cucinotta è terminata tredicesima. In campo maschile oro al colombiano Fernando Gaviria Rendon con 197 punti, campione mondiale juniores della specialità nel 2012. Simone Consonni ha concluso sedicesimo.
Nella velocità uomini l’olandese Jeffrey Hoogland ha superato in finale il colombiano Fabian Hernando Puerta Zapata.

notizie sul temaCiclismo, Giro d’Italia 19.a tappa Treviso-S.Martino di Castrozza: Ultime salite prima dell’arrivo a VeronaCiclismo, Giro d’Italia 15.a tappa Ivrea-Como: Ciclisti a dura prova con le salite Ghisallo, Colma di Sormano e CiviglioGiro d’Italia, 14.a tappa Saint-Vincent – Courmayeur: in Val d’Aosta saranno scintille
  •   
  •  
  •  
  •