Tour de France – 9 giorni: il barometro dello stato di forma dei fantastici 4 + Pinot

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

favoriti tour de france

Manca poco più di una settimana all’inizio del Tour de France 2015 e, in base alle competizioni di questo ultimo mese, possiamo delineare approssimativamente lo stato di forma con cui i 4 favoriti alla vittoria finale si preparano ad affrontare questa ultima settimana di rifinitura. I francesi credono molto nel loro astro nascente Thibaut Pinot, anche se sarà molto dura per lui reggere questa spietata competizione.

Alberto Contador
Dopo il trionfo al Giro d’Italia, il Pistolero ha recuperato per tre settimane prima di partecipare (e vincere) alla Route du Sud, quattro giorni di corse nei Pirenei con una sola vera tappa di montagna. Contador ha conquistato quella tappa dimostrando brillantezza muscolare in montagna e mentale in discesa, vincendo il duello simbolico con Nairo Quintana. Lo spagnolo mira soprattutto al pieno recupero fisico anche se non ignora i campionati nazionali di questo fine settimana. Lo sforzo “rosa” è stato molto provante per lui, reggerà la durissima ultima settimana francese?

potrebbe interessarti ancheTour de France 2019, il percorso ai raggi X: tanta salita e poca cronometro

Nairo Quintana
Dopo un mese e mezzo senza competizioni trascorso in Colombia, Nairo Quintana ha concluso la Route du Sud al secondo posto. Nella grande tappa di montagna ha accompagnato Alberto Contador nella salita più dura senza cedere, lasciando poi andar via l’avversario in discesa. Lui si sente in forma e dice che non ha voluto prendere rischi, ma è stata prudenza o inferiorità tecnica?

Chris Froome
Chris Froome, insieme al suo compagno di squadra Nicolas Roche, è da giorni sui Pirenei a fare dei meticolosi allenamenti su quelle che saranno le salite di questo Tour. Il keniano bianco ha vinto il Delfinato a inizio mese mostrando un’ottima condizione in salita con alta frequenza di pedalata e scatti brucianti sui pedali. Inoltre, il leader della Sky, ha notato che anche i suoi compagni di squadra hanno ottenuto, grazie alla dieta, ottime prestazioni negli altri appuntamenti di questo mese: il secondo posto allo Svizzera di Geraint Thomas è garanzia di ulteriore forza al Tour. È Sky la squadra più forte?

potrebbe interessarti anchePresentazione Tour de France, le anticipazioni, programma, orario e diretta tv

Vincenzo Nibali
Visti i risultati grezzi, la situazione di Vincenzo Nibali potrebbe sembrare preoccupante: l’italiano è finito solo 12° al Delfinato a 4’32” da Chris Froome ed è l’unico dei big a non aver ancora vinto in questa stagione. Il vincitore del Tour 2014 ha, però, mostrato perfetta padronanza della sua preparazione, correndo il Delfinato come se fosse in allenamento, gestendo la fatica e senza andare fuori giri. Ha cercato la vittoria di tappa in una giornata difficile, con pioggia e tanta salita, dimostrando che con il suo stile di attacco riesce a liberarsi con facilità dei suoi rivali. È come nel 2014?

Thibaut Pinot
Il Giro di Svizzera ha confermato tutti i progressi fatti da Thibaut Pinot questa stagione: lo scalatore della JDF è diventato uno dei migliori scalatori. Dopo aver vinto la grande tappa di montagna del Tour de Romandie, ha bissato il successo al Giro di Svizzera. Per tutta la settimana elvetica si è comportato da perfetto capitano, affiancato da un onnipresente Steve Morabito. Il Giro di Svizzera ha mostrato anche i suoi miglioramenti a cronometro facendo ben sperare per il prologo al Tour. È l’anno buono per vedere un francese in giallo a Parigi?

notizie sul temaTour de France 2018 oggi tappa 21, finalmente Parigi: percorso, favoriti, diretta TV e streamingTour de France 2018 oggi tappa 20, ecco la cronometro individuale: percorso, favoriti, diretta TV e streamingTour De France tappa 19: Primoz Roglic trionfa a Laruns, Geraint Thomas mantiene la maglia gialla
  •   
  •  
  •  
  •