Aru vuole correre il Giro d’Italia. Il sardo tenta il recupero lampo. Scarponi ci spera

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Aru
Come si suol dire la speranza è sempre l’ultima a morire. E la speranza di vedere Fabio Aru al Giro d’Italia in partenza proprio dalla Sardegna, il 5 maggio è ancora alta. Infatti, il villacidrese sta cercando un recupero lampo per schierarsi ai nastri di partenza ad Alghero il 5 maggio. Aru non ha mai smesso le terapie, non si è fermato nemmeno per le vacanze pasquali nel tentativo di recuperare velocemente dal trauma al ginocchio rimediato in una caduta durante una sessione di allenamento.
Aru ha rilasciato una dichiarazione alla Gazzetta dello Sport che fa ben sperare: “Io al Giro d’Italia? Mi piacerebbe! Ma i medici dicono di non fare pazzie”.

Aru recupera in tempo per il Giro? Ecco il pensiero di Scarponi

A confermare il tentativo di un recupero lampo di Fabio Aru in vista della centesima edizione del Giro d’Italia è proprio il suo compagno di squadra Michele Scarponi: Credo che Aru si stia impegnando a fondo per provare a recuperare. Per essere al via al Giro d’Italia. Bisogna vedere cosa dicono i medici, ma se ci fosse io sarei davvero molto felice”.
Se il forfait di Aru dovesse però esser confermato, sarà proprio Michele Scarponi a rivestire il ruolo di capitano dell’Astana. Lo stesso Scarponi ha vinto la prima tappa del Tour of the Alps.

I tifosi di Fabio Aru possono continuare ancora a sperare, mancano poco più di due settimane al via, dove ci potrebbe essere anche il ciclista di casa. C’è da sottolineare però che in caso di partecipazione, Aru non sarebbe al massimo della sua condizione fisica e forse non in grado di ambire a grandi risultati o alla vittoria della manifestazione come volevano alcuni pronostici. Non resta dunque che aspettare ancora qualche giorno per le visite di rito e il responso dei medici per le condizioni di salute e recupero del tanto atteso Fabio Aru.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •