Giro d’Italia 2017 oggi tappa 19, San Candido/Innichen – Piancavallo: altimetria, favoriti, diretta tv

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui
Giro d'Italia 2017 Tappa 19

Profilo altimetrico della Tappa 19 del Giro d’Italia 2017

Giro d’Italia 2017 Tappa 19: la lotta per le posizioni di vertice entra nei tre giorni decisivi. Terz’ultima giornata al Giro d’Italia 2017, tre tappe ancora per definire la classifica generale: è il giorno della San Candido / Innichen – Piancavallo (già zona di arrivo e GPM nel 1998, quando tagliò per primo il traguardo in salita Pantani), tappa di alta montagna che concederà ai corridori un ragguardevole tratto pianeggiante prima di affrontare l’ultimo arrivo in salita del Giro del Centenario.
La lotta si concentrerà tra gli uomini di classifica, chiamati a difendere e se possibile ribaltare la loro posizione nella generale: ma Tom Dumoulin si sente ogni giorno più sicuro nella sua maglia rosa. Vediamo nel dettaglio la guida al percorso e chi potrà essere protagonista nella Tappa 19 del Giro del Centenario.

Giro d’Italia 2017 Tappa 19: il percorso nel dettaglio

Percorso di 191 km adatto a fughe da lontano ma il culmine sarà sicuramente l’ascesa finale, dove si accenderà la corsa.
Tre i GPM che animeranno la corsa, nell’ordine di apparizione di grado terzo, secondo ed infine primo proprio nell’ultima salita che conduce al traguardo di tappa. Ed è in salita anche l’avvio di gara: partenza da San Candido e subito si ascende per il Passo di Monte Croce Comelico (7,9 km con pendenze medie del 4,3% e massime dell’8%): questo è ciò che offrono i primi 13 km, dopodiché scollinato questo strappo non troppo impegnativo (al netto della fatica che abbiamo visto si è accumulata in questi giorni dai corridori nelle proprie gambe) si scende verso Padola e Santo Stefano di Cadore. Al km 35 comincia una leggera ascesa che conduce alla Cima Sappada dove è posto il primo traguardo volante di giornata.
E’ quindi il momento di una lunga discesa che porta a Tolmezzo fino a raggiungere il km 93, da dove poi inizierà la salita verso Sella Chianzutan, GPM di seconda categoria che presenta pendenze medie del 5,6% e massime del 10%, distribuite per una lunghezza di 11,7 km.
Altra discesa e attraversamento di una serie di gallerie: siamo intorno al km 115 e i corridori affronteranno ora un tratto pianeggiante di circa 60 km che attraversa tra le altre le zone di Sequals e Maniago (dove è posto l’ultimo traguardo volante); è il momento giusto per cercare di neutralizzare eventuali fughe messe in atto nei chilometri precedenti.
Dopo Aviano si sale ancora, per l’ultima volta, per arrivare al traguardo di Piancavallo: GPM di prima categoria, 15, 4 km totale con pendenze medie del 7,3% e punte del 14%. I primi dieci chilometri sono abbastanza ripidi, dopodiché la strada spiana leggermente per ricominciare con la pendenza. Si attraversa una galleria paravalanghe in un finale con una salita moderata ma che presenta un ultimo chilometro abbastanza articolato, con zona di arrivo posta su una ampia semicurva.

Giro d’Italia 2017 Tappa 19:chi potrà fare la differenza. La situazione dei corridori

La previsione per questa tappa potrebbe vedere una lotta sempre più serrata tra gli uomini di classifica che sono tutti lì, ancora in trincea ma con le antenne ben dritte: il condizionale è d’obbligo perché, come abbiamo avuto ulteriore conferma in Val Gardena, l’attendismo è la cifra generale della corsa rosa quest’anno.
Tom Dumoulin è sempre più fuso con la sua maglia rosa, gli attacchi sul finale di Ortisei lo dimostrano: nonostante le sfortuna del grottesco problema fisico che nel tappone dello Stelvio poteva costargli il trionfo a Milano ha serrato i denti e ha controllato nonché difeso alla grande la sua posizione. Se qualcuno volesse provare a mettere a segno l’impresa di una vita, che si muova nella tappa numero 19 e 20 perché la cronometro finale, con l’olandese della Sunweb, difficilmente potrà essere il teatro di capovolgimenti in testa alla generale. Dumoulin ormai non si nasconde più, anche fuori gara considerando il crescendo rossiniano delle sue dichiarazioni che tappa dopo tappa diventano sempre più spavalde.
Quintana pecca di quella intraprendenza che gli possa consentire di ripetersi come nel Giro 2014: forse troppo succube delle decisioni che partono dall’ammiraglia, i suoi attacchi sono stati fin’ora dei fuochi di paglia. La tappa 19 è il penultimo avviso di chiamata per il colombiano, che ha ammesso di volerci provare.
Segue tra i possibili favoriti Vincenzo Nibali, vincitore della sedicesima tappa e che potrebbe mettere a segno un attacco sul Piancavallo (anche se spesso nei momenti topici rimane senza squadra, come abbiamo visto nella diciottesima tappa) e Thibaut Pinot che ha guadagnato poco meno di un minuto nella classifica generale: se Quintana ha, tra gli altri, Amador il francese che ama vincere nelle tappe più importanti può contare su uno straordinario Sébastien Reichenbach, fondamentale nelle salite.
Dente parecchio avvelenato per Mikel Landa, classificatosi anche in Val Gardena al secondo posto nel traguardo di tappa dopo il medesimo piazzamento a Bormio: la maglia azzurra, che conta sul supporto di un notevole Diego Rosa, può provare in questa tappa a mettere il suo sigillo al traguardo. Le curve finali però sono un problema per lo spagnolo del Team Sky, e anche la Tappa 19 presenta negli ultimi metri una semicurva…
Occhio anche alla nuova maglia bianca, ovvero Adam Yates che sta rialzando la testa dopo un Giro d’Italia davvero sventurato e a Domenico Pozzovivo, testa bassa come il profilo ma con un ritrovato stato di forma confermato dall’attuale sesto posto in generale, a 2 minuti da Dumoulin. Sempre scorrendo la classifica impossibile non citare altri corridori di spessore come Ilnur Zakarin, Bauke Mollema, Davide Formolo e un redivivo Steven Kruijswijk, tornato più o meno ai livelli del Giro 2016 in questa ultima settimana.

Giro d’Italia 2017 Tappa 19: le dirette

La tappa 19 sarà in diretta su RaiSport e RaiSport + HD a partire dalle 13.05. Il segnale passerà poi su Rai 2 dalle 14.50, streaming su RaiPlay.it.
Eurosport 1 trasmetterà invece la gara in diretta a partire dalle 13.00, live streaming su Eurosportplayer.com (servizio a pagamento).

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •